13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

323 Volte

INCENDIO DOMATO

Primo incendio di stagione: intervengono volontari e Vigili del Fuoco

Nella giornata di ieri i volontari dell'associazione "Il Pellicano Odv" e i Vigili del fuoco sono intervenuti per domare le fiamme in contrada Pietà

Tre ettari di macchia mediterranea e arbusti sono andati distrutti ieri nel corso di un incendio che si è sviluppato nel territorio compreso tra i comuni di Castrovillari e Frascineto, in contrada Pietà. Partite per cause accidentali le fiamme si sono sviluppate rapidamente. Sono stati i cittadini ad allertare i soccorsi che prontamente si sono recati sul posto ed anno domato in breve tempo le fiamme. Gli uomini del distaccamento locale dei Vigili del Fuoco insieme ai volontari dell’associazione “Il Pellicano Odv” hanno circoscritto le fiamme e messo in sicurezza la zona, nella quale insistono anche alcune abitazioni private. Sul posto anche i Carabinieri della locale stazione radiomobile. Nel pomeriggio le fiamme sono state domate grazie al prezioso e rapido intervento dei volontari e dei Vigili del fuoco.

 

 

Visto

338 Volte

CALCIO SERIE D

Castrovillari, la salvezza passa da Canicattì. Finisce in parità il derby con il S.Luca

Bisognerà attendere l'ultima giornata per conquistare l'eventuale salvezza diretta ed evitare i playout. Alla formazione di Napoli basta un punto nell'ultima trasferta di campionato per non pensare ai risultati delle avversarie.

CASTROVILLARI – SAN LUCA 1-1

CASTROVILLARI Caruso;Mirabelli, Bonofiglio, Anzillotta, Dibari (20′ st Asillani ) ; Santangelo, Cosenza, Scandurra (38′ st Aceto sv);Brignola (35′ st Liguori sv) Dorato, Popolo (25′ st Romanelli sv). A disp.:Latella, Filomia, Parrotta, Visciglia, Cervillera. All.:Napoli
SAN LUCA : Antonio; Murdaca, Greco, Batista, Ale;Raso, Spinaci, Yakovlev; Leveque,Suraci (39′ st Maesano sv), Reinero. A disp.:Zampaglione, Pipicella, Gamez, Patea, Carbone, Calderone, Favasulli, Pelle. All.:Baratto
ARBITRO: Colaninno di Nola
MARCATORI:19′ pt Brignola (C);5′ st Ale (S)
NOTE: Spettatori 400. Ammoniti Brignola, Di Bari e Anzillotta per il Castrovillari, Greco per il S.Luca.
Rec.:0′ pt;5′ st

Bisognerà aspettare ancora novanta minuti per sperare di festeggiare questa salvezza diretta in casa rossonera. Quella contro il S.Luca poteva essere l’occasione per farlo oggi al cospetto dei propri tifosi, ma il derby salvezza è terminato sull’1-1. Un tempo per parte e non solo in termini di realizzazione. Meglio la formazione di Napoli nei primi 45 minuti. Gioco dinamico e caratteristiche dei singoli che hanno messo in difficoltà l’undici dell’ex Baratto che passa in svantaggio al 19esimo quando è bravo sulla desta Scadurra ad anticipare gli avversari, volare sulla corsia e mettere al centro una palla che l’accorrente Brignola insacca in rete. Vantaggio meritato e mantenuto egregiamente fino alla fine del primo tempo. Nella ripresa gli ospiti trovano subito il pareggio. Si fa trovare pronto all’appuntamento con il gol Ale che colpisce di testa da centro area su un calcio d’angolo. Nulla può Caruso che tocca ma non riesce ad evitare la rete. E’ invece efficace il portiere rossonero quando smanaccia su un altro colpo di testa, questa volta di Reinero. In mezzo a queste azioni una punizione di Cosenza, a lato di poco, e un dubbio atterramento di Anzillotta in area che ha suscitato le proteste dei rossoneri.

Sala Stampa  – Baratto: “Il Castrovillari è partito meglio, se poi alla fine andiamo a valutare l’intera partita forse avremmo meritato qualcosa in più, ma senza rammarico questo è il calcio. Finalmente ho trovato la mia squadra, sono qui da due settimane e in trasferta contro due ottime squadre,con gli stessi nostri obiettivi, abbiamo fatto due ottime partite. C’è il rammarico di non aver ottenuto di più, ma ora pensiamo a domenica prossima, ci metteremo apposto con la coscienza e poi penseremo a ciò che si dovrà fare.”. Complimenti al Castrovillari, – continua Baratto – una squadra fisica che sta facendo bene. Io vengo sempre con piacere in questa città e non posso che ringraziare i tifosi per l’accoglienza. Castrovillari e nel mio cuore, come faccio a dimenticare il mio trascorso su questo campo e quella rete che è valsa una promozione tra i professionisti. Colgo l’occasione per ringraziare i tifosi e per salutare i tanti amici che ho in questa città”.

Napoli: “Volevamo chiudere la pratica salvezza una settimana prima, ma abbiamo trovato una squadra che aveva le stesse forti motivazioni nostre. Perdere oggi sarebbe significato per loro playout. Noi c’abbiamo messo tutto. Sapevamo che vincendo saremmo stati salvi, loro non hanno mollato ed hanno raggiunto il pareggio nella ripresa. Ai miei ragazzi non posso dire nulla per la voglia, l’enfasi e la determinazione con la quale hanno disputato la gara. Ma c’è anche un avversario in campo. In altri momenti avresti potuto perdere questa gara, oppure osare di più e vincerla. Poteva succedere di tutto, oggi conquistare il punto è stato comunque molto importante. Abbiamo fatto un primo tempo a grandi ritmi, poi si è calati ma ripeto questi ragazzi hanno dato il massimo. Ora ci sono altri 90 minuti. 90 minuti dove dobbiamo andare a conquistarci questa salvezza, basta poco e ci faremo trovare pronti per centrare questo obiettivo.
Sul presunto rigore su Anzillotta è molto chiaro Napoli: “credo che questa sia stata la migliore terna vista al Mimmo Rende. Sinceramente non saprei, non so se è stato toccato o meno, ci vorrebbe il VAR. Le immagini poi ci diranno, spero che abbia ragione l’arbitro – conclude sorridendo il tecnico rossonero a cui domenica prossima a Canicattì potrebbe bastare un punto per il suo Castrovillari (40) per conquistare la salvezza diretta senza pensare ail risultato del San Luca (37) che sfida il Licata in casa. Diverso il discorso del Paternò (37) che anche in caso di vittoria è in svantaggio negli scontri diretti con Castrovillari e Acireale (40) e quindi destinato ai playout.  In caso di arrivo tutte a 40 punti (Acireale,San Luca e Castrovillari) sarebbe la formazione del Pollino a giocarsi i playout in casa. Ma il lupo del Pollino. ci ha abituati a vendere cara la pelle.

Visto

402 Volte

ANGELI DI MONTAGNA

Escursionista infortunata su un sentiero in Aspromonte: salvata dal Soccorso Alpino

La donna si è fatta male mentre percorreva un vecchio sentiero molto impervio a Santo Stefano d'Aspromonte. Si sospetta una frattura alla caviglia che le ha reso impossibile continuare il percorso insieme ai compagni di escursione

Si infortuna su un sentiero, ma viene salvata dal Soccorso Alpino. Protagonista della disavventura una donna di 50 anni, G. P. (queste le sue iniziali), la quale, oggi, si è fatta male, mentre stava percorrendo un vecchio sentiero del Cai (Club alpino italiano) molto impervio che, da Santo Stefano d’ Aspromonte, nel Reggino, porta al mulino di Criserà, zona Limini di Podargoni, nel Parco nazionale d’Aspromonte. La donna ha riportato una sospetta frattura alla caviglia, che le ha reso impossibile continuare il percorso assieme ai suoi compagni di escursione, i quali, visto quanto accaduto, hanno subito contattato il 118.

Allertati dalla Centrale operativa di Reggio Calabria, i tecnici della Stazione alpina Aspromonte del Soccorso alpino e speleologico Calabria sono giunti immediatamente sul posto e, dopo aver immobilizzato la gamba dell’escursionista ferita, hanno provveduto a trasportare la donna su una barella portantina fino alla strada. Qui, una volta caricata su un’automobile, è stata trasportata in ospedale per essere sottoposta alle cure mediche del caso.

Visto

1035 Volte

PRINCIPALISSIMA PATRONA

Castrovillari si ritrova unita sotto l’effige della Madonna del Castello

Oggi il rito della incoronazione, dopo la liturgia partecipatissima presso il santuario mariano

Maria modello di anima orante, capace di muovere tutto con la forza dell’amore. Perchè – riprendendo le parole di San Tommaso d’Aquino – «la vita cristiana è un legame d’amore». E’ lo spunto di riflessione “spezzato” nel corso dell’omelia da padre Antonio Caruso, francescano e parroco della chiesa di San Francesco di Paola, davanti ad una immensa folla di fedeli che si è ritrovata stamane nella Basilica minore della Madonna del Castello per la messa solenne e il consueto rito della “incoronazione” dell’effige della vergine maria tanto cara ai castrovillaresi.

Il francescano ha sottolineato «la bellezza» che dona lo Spirito Santo a coloro che hanno la capacità di vivere la dimensione dell’Amore come silenzio e preghiera. Accanto a lui nella solenne liturgia, alla quale seguirà domani quella presieduta dal vescovo Monsignor Francesco Savino, il rettore del santuario mariano don Carmine De Bartolo che ha ribadito come il rituale dell’oro è «segno di gioia, di sofferenza e tanta speranza» anche per il carico votivo di tanti fedeli al quale si lega la fase finale della liturgia odierna.

Quella di quest’anno è anche la festa che riporta in piazza i festeggiamenti civili sospesi a causa della pandemia negli ultimi anni. Domani 1 maggio alle 22:00 i fuochi pirotecnici saranno preceduti dal concerto dei Gloomy Mood alle 20:30 al quale seguirà alle 22:30 le sonorità proposte dai Castrum Sound in piazza Municipio. il 2 maggio invece alle 21:30 si esibiranno i Lucio Battisti tribute band, mentre il 3 maggio i Cugini di campagna chiuderanno i festeggiamenti civili della principalissima patrona della città di Castrovillari.

Visto

2125 Volte

IMPRENDITORIA AL FEMMINILE

Emi’s bakery: apre nel centro storico la prima attività gluten free

Dalla storia di Celiachia di una giovanissima, nasce una nuova attività commerciale dove gustare prodotti glutee free e godere di ambienti curati e originali. Una scelta imprenditoriale, coraggiosa ed innovativa

Da necessità ad opportunità. Nasce così Emi’s Bakery, la prima caffetteria – pasticceria gluten free inaugurata da un paio di giorni nel centro storico di Castrovillari, nella splendida cornice di Palazzo Cappelli. La giovanissma Mariaemilia Argentano, celiaca dall’età di tre anni, ha scelto di investire nella sua città e farlo partendo da quella che è ormai una intolleranza diffusa, offrendo cosi uno spazio dove tutti (anche chi non è celiaco) possano gustare preparazioni gluten free in uno spazio accogliente, curato con garbo ed eleganza.

Il suo sorriso e la sua voglia di lanciarsi in questa nuova avventura saranno le carte vincenti – unite alla qualità delle preparazioni – della bottega del gusto che propone colazioni dolci e salate, brunch in stile americano, aperitivi ma anche prodotti di caffetteria classica.

Emi’s Bakery si propone però anche come uno spazio in divenire, multiforme, inclusivo, educativo dove organizzare appuntamenti culturali e favorire momenti di confronto anche sulla tematica della celiachia.

«Fin dalla nascita ho avuto problemi di crescita e all’età di tre anni mi è stata diagnosticata la celiachia. A seguito di controlli anche mia madre e una delle mie sorelle hanno scoperto di essere celiache e vista la difficoltà nel trovare alimenti senza glutine, ancora poco diffusi, abbiamo iniziato a sperimentare insieme ricette e mix di farine» ha spiegato. Oggi lo spazio inaugurato giovedì scorso diventa la prima attività di questo genere nel panorama del Pollino aperto a tutti. La nuova attività imprenditoriale (da premiare anche la scelta di una giovanissima che decide di investire in città) si inserisce nel progetto Women in Coffee.

Visto

201 Volte

FESTA DEI LAVORATORI

Sybarisuona: pic-nic, visite guidate e musica nel parco archeologico

In occasione della festa dei lavoratori con il costo del biglietto di ingresso si porà accedere all'area di Sibari e vivere la giornata evento organizzata per la prima volta

Il Mediterraneo come luogo di incontro di popoli e culture, su questo tema si punterà l’attenzione in occasione del Primo Maggio con “Sybarisuona” una giornata-evento organizzata per la prima volta al Parco Archeologico di Sibari. Un giorno di festa e riposo nel quale musica e canti saranno la colonna sonora dell’importante e sentita ricorrenza in cui si celebrano quei diritti dei lavoratori ancora troppo spesso calpestati. Esattamente come nel suo glorioso passato, seguendo una vocazione millenaria, Sibari e il suo parco archeologico tornano ad essere ancora una volta crocevia di culture, linguaggi e musiche provenienti da diverse parti del mondo.

In questo moderno melting-pot confluiranno la Grecia di Roberta Carrieri, poliedrica artista pugliese che vive tra Atene e Milano; la raffinata tela sonora di Luca Ciarla, violinista molisano con una grande carriera internazionale e che con il violino e l’elettronica spazia tra il classico e il Jazz; le voci de “Le Ragazze del paese accanto” giovane ensemble corale di Crotone che esegue un repertorio fatto di canti in lingua portoghese, spagnola, georgiana, sanscrita e…calabrese. Il concerto comincerà con un’insonorizzazione per chitarra ed elettronica a cura di Massimo Garritano che si muoverà tra apparati urbani caotici e distese campestri che rimandano ai grandi romanzi della letteratura americana, poi il clou del concertone col live di Peppe Voltarelli, accompagnato da una nuova band e una selezione di canzoni legate all’immaginario della terra di Calabria. Chiuderà la serata il DJ set di Lorenzo Hugolini artista toscano che propone un riassunto musicale ironico e divertente dalle sfumature tropicali.

Ma il concerto sarà solo il dulcis che chiuderà in fundo una giornata di festa e riflessione. Il Parco offrirà al suo pubblico anche una serie di visite guidate gratuite agli scavi ed al Museo – da prenotare al numero 3371603495 o all’indirizzo pa-sibari.didattica@cultura.gov.it fino ad esaurimento posti – e durante tutto il giorno sarà possibile presso l’area archeologica acquistare cestini confezionati con prodotti tipici della Sibaritide e del Pollino, che sarà possibile consumare nell’area pic-nic attendendo il concerto.

«In una giornata di festa per tutti i lavoratori, dichiara il Direttore Filippo Demma, il Parco archeologico di Sibari vuole proporsi al suo pubblico come un punto di riferimento: un luogo di riflessione, cultura e divertimento. Un posto in cui incontrare le proprie radici, riscoprire i sapori di casa, farsi guidare dalle parole e cullare dalle note, vivere un’esperienza completa».

Nel dettaglio, il Parco Archeologico, dalle ore 10.00 alle ore 22.00, aprirà alla musica, al cibo e alla festa. Il solo costo del consueto biglietto di ingresso consentirà ai visitatori anche di usufruire delle visite guidate (su prenotazione e fino ad esaurimento dei posti disponibili) e di assistere ai concerti.
I tour guidati, della durata di un’ora e mezza, prenderanno il via: alle ore 10.00 con partenza dal Parco del Cavallo e poi visita al museo; alle ore 11.45 con partenza dal museo e poi visita al Parco del Cavallo e alle ore 15.30 con partenza dal museo e poi visita al Parco del Cavallo. Il programma dell’evento, organizzato dal Parco archeologico di Sibari in collaborazione con Sud Studio Digital Sound e con la partecipazione di Catasta Pollino, prevede le esibizioni (a partire dalle ore 17:30) di Massimo Garritano, Le ragazze del paese accanto, Luca Ciarla, Roberta Carrieri, Peppe Voltarelli – a cui è affidato il momento centrale del concertone – e, a chiudere, Dj Hugolini.

Visto

315 Volte

VIABILITA'

Riaperta al traffico la strada provinciale che collega Cassano all’Jonio a Civita

La chiusura si era resa necessaria, a causa di un movimento franoso che ha interessato l’arteria negli anni scorsi.

Dopo circa 15 anni, è stata riaperta oggi al traffico veicolare la strada provinciale che collega Cassano all’Jonio a Civita e, soprattutto, con lo svincolo di Frascineto dell’autostrada A2 “del Mediterraneo”. La chiusura si era resa necessaria, a causa di un movimento franoso che ha interessato l’arteria negli anni scorsi. Va detto che i lavori di ammodernamento e di messa in sicurezza hanno riguardato il montaggio delle barriere guardrail, la sistemazione dei tombini con montaggio delle griglie, la canalizzazione delle acque superficiali e la realizzazione del manto di bitumatura, per un importo complessivo di 150 mila euro. Alla riapertura della Cassano-Civita erano presenti, fra gli altri, il Presidente della Provincia di Cosenza, Rosaria Succurro, i tecnici dell’amministrazione provinciale, l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo, ed il sindaco di Cassano, Gianni Papasso. “Per l’amministrazione provinciale –ha affermato la Succurro- riaprire oggi questa strada al traffico veicolare è molto importante perchè dal territorio giungeva quest’importante richiesta che noi abbiamo voluto, concretamente, portare avanti subito dopo qualche mese dal mio sopralluogo”. “La riapertura permette –ha aggiunto- che lo Jonio sia collegato con il Pollino ed è importante, altresì, perché le comunità di Cassano e Civita, possono avere finalmente una strada percorribile e sicura”. “La riapertura della Cassano Civita – ha dichiarato l’assessore Gallo – è un risultato molto importante. Avere questa strada finalmente riaperta al traffico veicolare in maniera sicura e legittima è molto importante per la comunità cassanese, perchè da uno sfogo a nord ed è importante per Civita perché la collega meglio in attesa della realizzazione della strada a scorrimento veloce che collegherà Cassano, Civita, Frascineto e Castrovillari”. “Una strada –ha concluso- che la Regione ha finanziato per 40 milioni di euro e che è in fase di progettazione, in grado di costituire naturalmente per noi cassanesi un momento importante, allo scopo di fare in modo che i collegamenti dell’abitato di Cassano, sia per l’autostrada sia con la comunità di Castrovillari, siano più fluidi e più veloci”.

Visto

932 Volte

PARCO DEL POLLINO

Salvati e curati, ritornano a volare i grifoni a Civita

Il 23 dicembre un escursionista vede cinque avvoltoi in difficoltà. Scatta la macchina dei soccorsi. La Forestale li recupera, il CRAS si occupa di loro, e oggi tre dei cinque esemplari sono ritornati nel loro habitat

Vedere libero un animale nel suo habitat naturale è sempre molto bello ed emozionante, ancora di più se si tratta di avvoltoi come i grifoni. La storia merita di essere raccontata perché testimonia la sensibilità del cittadino e la sinergia delle Istituzioni. Il 23 dicembre scorso un escursionista, Alessandro Giorgio di Castrovillari, vede sopra Civita degli uccelli sul terreno che sembrano muoversi con difficoltà. Si avvicina e non crede ai suoi occhi. Sono tutti grifoni (per l’esattezza cinque) che hanno difficoltà a volare e manifestano un evidente malessere. Subito prende il telefono e contatta i Carabinieri Forestale a cui manda un video dell’accaduto. La Stazione Carabinieri Parco di Civita capisce subito che c’è qualcosa che non va e avverte il servizio veterinario e si reca subito sul posto. Un probabile avvelenamento, o forse hanno mangiato qualcosa di contaminato. Di certo si attiva subito la macchina dei soccorsi per prestare le cure necessarie agli splendidi avvoltoi che da anni fanno parte di un progetto, ora arrivato all’apice, ad opera del Parco Nazionale del Pollino. Il veterinario del Cras, Centro recupero animali selvatici di Rende, Bruno Romanelli, presta le dovute cure all’avifaina recuperata. Purtroppo però due dei cinque esemplari non sono riusciti a salvarsi, ma tre di questi si, ed oggi, grazie al pronto intervento di allora, hanno ripreso a volare nello splendido scenario delle gole del Raganello. Alla liberazione che ha visto la presenza di tante persone erano presenti i volontari del Cras di Rende (Antonio Intorno, Nicoletta Boldrini, Daria Stepancich e il veterinario Bruno Romanelli) , i funzionari del Parco del Pollino Pietro Serroni e Francesco Rotondaro, personale della Polizia Provinciale e Il Ten.Col. Comandante dei Carabinieri Parco Cristina Potenza che ha evidenziato l’ottima sinergia nella macchina dei soccorsi di questi avvoltoi con tutti i soggetti preposti evidenziando l’importante ruolo del cittadino, il pronto intervento dei militari di Civita e la fondamentale opera dei volontari e specialisti del Cras di Rende.

Visto

294 Volte

L'EVENTO FORMATIVO

Formazione Polizia Locale: «lavoriamo al servizio delle comunità»

Successo ad Altomonte per la giornata promossa dall'associazione professionale della Polizia Locale

di Saverio Francesco Coppola

È stata un successo la giornata di alta formazione per la Polizia Locale che si è tenuta oggi nel salone Razetti del complesso monastico dei Domenicani, nel centro storico di Altomonte. Il convegno di studio, patrocinato dal Comune di Altomonte, rientra in una serie d’iniziative formative assunte dall’ANVU – Associazione Professionale della Polizia Locale (già Associazione Nazionale Vigili Urbani) a supporto del delicato lavoro svolto quotidianamente dalla Polizia Locale. Dopo i saluti istituzionali porti, per l’Amministrazione Comunale ospitante, dall’assessore alle attività produttive, Elvira Berlingieri, e per l’ANVU dalla Presidente Nazionale, Silvana Paci, con la direzione dei lavori del Tenente Adriana Tarsitano, segretaria nazionale ANVU è iniziata la prima sessione di studio sul tema: “NCC (Noleggio Con Conducente, ndr) Strutture Alberghiere, ruolo del SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive, ndr) e della Polizia Locale per adempimenti e controlli” con relatrice la dottoressa Miranda Corradi, esperta e autrice di pubblicazioni in materia.

L’altra sessione di studio sul tema “L’impatto della legge Cartàbia sulle attività di polizia giudiziaria” ha visto la relazione del prof. Ugo Terracciano che ha evidenziato le disposizioni più significative del decreto legislativo 150/2022 (cosiddetta Riforma Cartabia) come modificato dall’art. 6 del decreto legge 31/10/2022, n. 162 con particolare riguardo ai profili inerenti il processo penale, le notificazioni degli atti e il quadro sanzionatorio, il regime di procedibilità dei reati, le notificazioni al querelante, il processo in assenza e la sospensione del procedimento. La presidente nazionale Silvana Paci, oltre a illustrare a grandi linee le sollecitazioni rivolte dall’Associazione Nazionale ai preposti Organi istituzionali per una modifica della normativa sulla Polizia Locale (legge n. 65/86) al fine di un più significativo riconoscimento delle attività di controllo, prevenzione e repressione svolte dagli agenti della Polizia Locale per la tutela e sicurezza dei cittadini, ha anche presentato il calendario storico della Polizia Locale per l’anno 2023 realizzato dall’ANVU con l’obiettivo di far comprendere a tutti che dietro l’operato della Polizia Locale «vi è sempre e solo un forte attaccamento al dovere, uno spiccato senso di responsabilità e di abnegazione, accompagnati a un alto senso del servizio e di protezione della comunità, anche al costo di una significativa e personale esposizione al pericolo». Il saluto di commiato ai circa ottanta partecipanti all’iniziativa formativa è stato dato dal vicesindaco della cittadina, Francesco Provenzale

Visto

460 Volte

SETTORE GIOVANILE

Quei ragazzi castrovillaresi con la passione per il calcio

Ottime prestazioni nello Sporting di Corigliano per Bonafine, Visciglia e Grieco. Quest'ultimo anche capitano della rappresentativa calabrese LND under 15

Ci sono giovani castrovillaresi che si stanno distinguendo nel mondo giovanile del calcio. Bisognerà aspettare per capire cosa e se questa loro avventura potrà dargli nella vita, ma certamente volontà e il talento non mancano per poter provare a sognare. Salvatore Grieco classe 2008 è certamente uno di questi. Cresciuto nelle fila della nota scuola calcio castrovillarese Scicchitano, lo scorso settembre è passato allo Sporting Club Corigliano sotto la guida di mister Giovanni Toscano e del preparatore atletico Nicola Rubino (altro castrovillarese) nella categoria giovanissimi regionali sta disputando un ottimo campionato da centrale difensivo. Prestazioni che non sono passate inosservate agli addetti ai lavori tanto che mister Giovazzino lo ha convocato più volte nella categoria allievi elite dello Sporting che sta disputando i play-off insieme classe 2007 Nicola Bonafine, anche lui di Castrovillari, e capocannoniere della squadra con 10 reti. Per Grieco è arrivata anche la chiamata nella rappresentativa LND Under 15 dove ha indossato la fascia di capitano e giocando sempre buone gare.
Sempre nello Sporting ci piace segnalare un altro castrovillarese che si sta mettendo in luce con ottime prestazioni. Si tratta di Francesco Visciglia (2008), esterno sinistro di centrocampo, il quale nonostante un infortunio che lo ha tenuto fuori dai campi di gioco per diverso tempo sta dimostrando carattere e qualità indiscusse.