13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

197 Volte

AUTOMOBILISMO

Coppa delle nevi: parte da Laino Borgo la 21esima edizione della gara organizzata da Asa Castrovillari

Sabato 4 e domenica 5 marzo Calabria e Basilicata ospiteranno la Gara Nazionale di Regolarità Turistica ACI Sport coinvolgendo Laino Borgo, Laino Castello, Mormanno, Rifugio Fasanelli, Viggianello e Castelluccio

Torna la Coppa delle Nevi, l’evento sportivo automobilistico organizzato da ASA Castrovillari in collaborazione con ACI che si terrà sabato 4 e domenica 5 marzo 2023.

La Gara Nazionale di Regolarità Turistica ACI Sport, giunta alla sua 21^ edizione, questa volta toccherà il Comune di Laino Borgo che, coinvolto per la prima volta, ospiterà la partenza dell’evento ormai ribattezzato il piccolo Montecarlo.

Si parte sabato 4 marzo, alle ore 15, con le prime verifiche sportive presso il Municipio di Laino Borgo fino alle ore 17. Dalle 18, invece, l’area mercatale del Comune darà il benvenuto a cittadini e appassionati di motori che potranno godere della vera festa organizzata per l’occasione e che lascerà spazio, alle ore 19.30 all’apertura degli stand enogastronomici con degustazione di prodotti tipici, a cura di Slow Food.

La gara, però, entrerà nel vivo domenica 5 marzo con lo start alle ore 9.30 dal Municipio di Laino Borgo dove le auto storiche proseguiranno attraverso Laino Castello, Mormanno (non nuovo a questa manifestazione), Rifugio Fasanelli di Rotonda, dove alle ore 11 si prevede il riordino della gara, Viggianello e Castelluccio, dov’è previsto l’arrivo: sarà, infatti, all’Hotel San Raffaele, alle ore 16, la premiazione dei vincitori.

La Coppa Nevi, il primo degli eventi sportivi del 2023 organizzati da ASA Castrovillari, capitanata dal presidente Massimo Minasi, darà spazio anche il 6° memorial dedicato al padre Vittorio, grande sportivo che ha diffuso nel territorio la passione per l’automobilismo. Proprio il presidente ha coinvolto, per l’occasione, altri 6 organizzatori dal Lazio alla Sicilia, dal momento che la gara sarà valida come 1° round per lo Challenge Regolarità Centro Sud, coinvolgendo piloti da tutto il meridione d’Italia. Un evento, questo, che mette in sinergia Calabria e Basilicata, patrocinato proprio dall’Ente regionale lucano, dalla Provincia di Cosenza e da ACI Cosenza, ACI Sport e ACI Storico.

Visto

228 Volte

NAUFRAGIO A CUTRO

Strage di migranti a poche centinaia di metri dalla riva: barcone si spezza, 68 vittime

Le salme trasferite al PalaMilone. Tra le vittime anche due gemellini e un neonato. Ottanta i sopravvissuti.

È una strage di migranti quella avvenuta intorno alle cinque di questa mattina nello specchio d’acqua antistante la località Steccato del comune di Cutro, a una ventina di chilometri dal capoluogo Crotone. Un vecchio motopeschereccio carico di migranti, almeno 150, ma qualcuno tra i superstiti parla di circa duecento, si stava avvicinando alla spiaggia quando la furia del mare, forza tre con onde alte due metri, lo ha sbattuto contro gli scogli, a pochi metri dalla riva, all’altezza della foce del fiume Tacina. La malridotta imbarcazione di legno si è spezzata in due andando letteralmente in frantumi.

68 morti accertati, tra cui molti bambini

Al momento sono 68 le vittime (ma i numeri sono destinati a crescere): tra di loro ci sono anche 14 bambini e 33 donne (provenienti per lo più da Iran, Pakistan e Afghanistan). Complessivamente 80 le persone recuperate vive, non ci sono bambini tra di loro. È stato un pescatore a dare l’allarme. L’uomo, che transitava nella zona, ha notato l’imbarcazione già distrutta e alcuni corpi galleggiare in acqua. Agli occhi dei soccorritori che man mano arrivavano sul posto si è presentata una scena apocalittica. I bambini soprattutto sono quelli che hanno straziato il cuore ai soccorritori, come i due gemellini recuperati dall’acqua, quello di 7 anni e un altro di pochi mesi appena recuperati personalmente da un vigile del fuoco. Cresce il numero dei dispersi.

Le forze di polizia hanno sottoposto a fermo uno dei presunti scafisti, a quanto pare di nazionalità turca. La Procura della Repubblica di Crotone ha aperto un’inchiesta, al momento contro ignoti, per disastro colposo, omicidio colposo plurimo e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Il barcone carico di migranti provenienti per lo più da Iran, Afghanistan e Siria, era partito quattro giorni fa dal porto di Smirne, in Turchia. L’imbarcazione era stata avvistata nella serata di sabato a circa 40 miglia dalla costa crotonese da un velivolo Frontex in pattugliamento. Scattato l’allarme in zona erano stati inviati una vedetta della sezione operativa navale di Crotone e un pattugliatore del gruppo aeronavale di Taranto. Le proibitive condizioni del mare hanno tuttavia impedito di raggiungere la zona e i mezzi sono dovuti rientra agli ormeggi.

È stato quindi avviato il dispositivo di ricerca via terra e l’allarme è stato girato anche alle forze di polizia. Giunti sul luogo dello sbarco, tuttavia, non è stato possibile fare altro che constatare lo spiaggiamento del barcone ormai completamente distrutto.