13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

714 Volte

L'INTERVENTO

Cgil: per ridare centralità alla scuola servono investimenti e risorse umane, non tagli

Il segretario generale comprensoriale, Giuseppe Guido, scrive a studenti, insegnanti, dirigenti e personale scolastico augurando un buon inizio ma sottolineando le incertezze e le preoccupazioni dovute agli ultimi interventi legislativi in tema di dimensionamento scolastico.

Inizierà tra meno di ventiquattr’ore il nuovo anno scolastico che dopo l’emergenza sanitaria legata alla pandemia, ora si porta dietro un’altra incognita dovuta al dimensione scolastico frutto degli interventi legislativi che hanno accentuato «confusione e disorientamento». Lo scrive il segretario comprensoriale generale della Cgil, Giuseppe Guido, che mentre affida alla stampa le sue considerazioni sulle recenti vicende che hanno segnato la scuola, augura a nome della Cgil Pollino Sibaritide Tirreno a studenti, insegnanti, dirigenti scolastici ed a tutto il personale scolastico un sincero augurio di buon lavoro per l’inizio del nuovo anno scolastico.

«Ribadiamo la nostra ferma contrarietà al piano di dimensionamento scolastico voluto dal Governo che, attraverso accorpamenti e smembramenti, produrrà un drastico taglio al numero delle istituzioni scolastiche del Paese con una accentuata penalizzazione per le Regioni del Sud. Per dare centralità alla scuola, combattere la dispersione e migliorare la qualità dei processi formativi servono investimenti, anche in risorse umane, e non certo tagli ed accorpamenti» scrive a chiare lettere.

I pesanti effetti della scure che si abbatterà sulla provincia di Cosenza con il taglio di 29 autonomie scolastiche sulle 79 totali della nostra regione riguarderà anche le scuole del nostro comprensorio, dal Tirreno passando per Castrovillari fino a Corigliano Rossano. Il taglio del personale in organico, la complessità organizzativa dei nuovi istituti accorpati, il numero delle sedi distaccate delle nuove istituzioni scolastiche «comporteranno una diminuzione della qualità del servizio scolastico, metteranno in discussione il diritto allo studio costituzionalmente garantito, potrebbero causare un nuovo impoverimento della tante aree interne di cui si compone il territorio».

«Siamo quindi convinti – aggiunge – serva un senso di responsabilità alto nell’affrontare la delicata questione e ci appelliamo, nel mentre valutiamo eventuali e possibili iniziative legali, alle amministrazioni locali, ai dirigenti scolastici ed ai collegi dei docenti affinchè guardino esclusivamente agli interessi del territorio, degli studenti, delle famiglie e del lavoratori avendo a cuore la qualità dell’offerta formativa e non il mero mantenimento di uno status quo che la normativa mette in discussione.  Se ci dovranno essere accorpamenti, serve guardare, ad esempio e per le scuole superiori, alla istituzione di poli funzionali e non lasciare, invece, carta bianca a chi sarà chiamato a decidere. Non si guardi al proprio orticello, alla propria poltrona, ma si abbia il coraggio di perseguire interessi generali»

«Nell’augurare buon anno scolastico, assicuriamo che saremo al fianco di quanti, tanti, avranno il coraggio di agire, con responsabilità, spirito critico e consapevolezza, per contrastare tagli indiscriminati alla offerta scolastica e guarderà ad una razionalizzazione funzionale, generale e non ad personam. Nel mentre noi proveremo a cambiare il decreto».

Potrebbe interessarti

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati