13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

1293 Volte

LA PASQUA ARBERESHE

Successo per le vallje di Civita con presidente Osmani: identità arbëresh vitale per la nostra nazione

Il presidente della Repubblica del Kosovo ha partecipato all'evento identitario delle comunità del Pollino.

«L’identità culturale e linguistica arbëresh è una parte preziosa dell’identità e della cultura albanese. Pertanto la sua conservazione è vitale per tutta la nostra nazione. La festa delle vallje oggi nei comuni arbëreshë di Civita e di Frascineto è una testimonianza della conservazione di queste tradizioni che si sono tramandate nei secoli». Così il presidente del Kosovo Vjosa Osmani ha commentato a Civita la sua visita istituzionale in occasione delle vallje, accompagnata dall’ambasciatrice della Repubblica del Kossovo in Italia Lendita Haxhitasim. 

Ad accoglierla nella piazza del comune oltre ad un folto e festante pubblico, c’erano il sindaco della comunità Alessandro Tocci, il sindaco di Acquaformosa, Gennaro Capparelli, il Vicepresidente della Provincia di Cosenza, Giancarlo Lamensa ed il Presidente facente funzioni del Parco Nazionale del Pollino, Valentina Viola.insieme ai gruppi arbëreshë provenienti dalla provincia di Cosenza, Catanzaro e dalla Basilicata ai quali si sono uniti due gruppi Kossovari provenienti da Ginevra e dalla scuola Ernest Koliqi di Tirana, oltre alla pianista Ermira Lefort.

L’evento delle vallje ricorda l’eroe Giorgio Castriota Skanderbeg, che guidò il suo popolo in terra di Calabria. Secondo la tradizione, questa festa è la commemorazione di un avvenimento storico molto importante per la storia degli arbëreshë: la vittoria riportata da Giorgio Castriota Skanderbeg, il quale, alla guida di un piccolo esercito, sconfisse le armate turche guidate dal rinnegato Balabano, salvando la cittadella di Kruja il 24 aprile 1467 che secondo il calendario Giuliano in vigore in quel tempo era proprio il martedì dopo Pasqua.

Una ballata questa tramandata di generazione in generazione di canto in canto, che oggi è diventata un’ accattivante e avvolgente suggestione fonetica, cantata e ballata oggi al ritmo di strumenti quali fisarmoniche e organetti ,un tempo solo con l’ausilio della voce. La regola vuole infatti che la Vallja con il suo incedere, imprigioni al suo interno delle persone rappresentate nel presente da forestieri e fatte prigioniere, le quali per essere liberate devono pagare il simbolico riscatto, che consiste nell’offrire da bere e da mangiare per poi essere ringraziate con il canto.

 

Potrebbe interessarti

di Redazione

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati