11:39

PROGETTO DI COMUNICAZIONE Morano Calabro, piccoli giornalisti per un giorno

18:36

INTERVENTO DELLA POLIZA PENITENZIARIA Castrovillari, detenuto appicca fuoco in cella

13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

23:14

DETENUTA NEL CARCERE DI CASTROVILLARI Il Consigliere Laghi ritorna a far visita a Maysoon Majidi

Visto

630 Volte

BUON ESEMPIO

La mafia spiegata ai bambini: storia di un piccolo seme di legalità

Francesco Andrea Pellegrini ha scelto Giovanni Falcone e Paolo Borsellino come suoi super eroi e tra qualche mese coronerà il sogno di dormire nella casa del giudice antimafia a Palermo, ospite del fratello Salvatore.

“Non li avete uccisi. Le loro idee camminano sulle nostre gambe”. E’ uno dei più celebri manifesti antimafia che ricorda il sacrificio di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, simbolo della lotta alla mafia negli anni più difficili del Paese, quando la criminalità organizzata alzò il livello dello scontro con lo Stato, facendo saltare in aria, a distanza di pochi mesi, i due più rappresentativi uomini di giustizia impegnati nel contrasto alla organizzazione criminale siciliana. Quella frase sintetizza bene l’eco che quelle stragi terribili hanno suscitato nell’opinione pubblica, generando consapevolezza e voglia di riscatto, di giustizia, di legalità. Un eco cosi profondo che anche chi in quegli anni non era ancora nato, ne ha ereditato (sicuramente dai sani insegnamenti appresi in famiglia) il valore assoluto tanto da scegliere i due giudici antimafia come supereroi dei quali seguire l’esempio.

E’ quanto ha scelto di fare Francesco Andrea Pellegrini, dieci anni studente del Villaggio scolastico di Castrovillari, che fin all’età di tre anni ha deciso che i suoi “miti” da seguire non sarebbero stati cantanti o personaggi televisivi, ma uomini che avevano dato la vita per combattere la mafia. E’ iniziata così la storia, forse inconsapevole anche per lui stesso, di un piccolo seme di legalità che in primis ha deciso di trasferire impegno e testimonianza di quei valori nei confronti dei suoi coetanei ai quali quotidianamente parla di quanto nel vivere civile si possa, sin da piccoli, scegliere l’onestà al malaffare, il rispetto delle regole alla furbizia.

“Il piccolo Giovanni Falcone” così come lo hanno soprannominato è cresciuto con questa voglia di dare “il buon esempio” ed è diventato testimonial più accreditato per spiegare la mafia ai bambini. Gesti, parole, emozioni che raccontano di una speranza che si alimenta concretamente del sano vivere nel rispetto delle regole, amplificando con semplicità il messaggio di Falcone e Borsellino. Scegliere “da che parte stare” fin dalla tenera età rappresenta il risultato più convincente che si possa dare al “sacrificio” dei due giudici uccisi dalla mafia. I suoi genitori, orgogliosi di lui, lo accompagnano negli impegni che lo riguardano. Tante sono le scuole o le associazioni che richiedono un suo intervento, ascoltando la passione che ha nel raccontare di come si possa sconfiggere la criminalità, partendo dai proprio comportamenti ordinari.

Legalità che si fa concreta nel condannare i gesti disonesti di tutti e ogni atteggiamento non consono ai principi fondamentali del vivere civile. Nel suo futuro il sogno di diventare magistrato, ma per ora si accontenta di assaporare l’emozione, in primavera, di essere ospite del fratello di Paolo Borsellino, Salvatore nella casa del giudice Paolo a Palermo.

Potrebbe interessarti

DETENUTA NEL CARCERE DI CASTROVILLARI

Il Consigliere Laghi ritorna a far visita a Maysoon Majidi

di Redazione

Servizi Video

18 Maggio 2024 - 16:47
Attualità

Nasce la fondazione Talea: per far crescere nuovi talenti

4 Maggio 2024 - 18:18
Attualità

San Basile: il presidente albanese Begaj svela il monumento dedicato a Skanderbeg

30 Aprile 2024 - 17:26
Attualità

Mattarella a Castrovillari: le voci del territorio

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano