13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

14:29

FESTIVAL DELLE LANTERNE Il folklore castrovillarese è arrivato in Cina

Visto

187 Volte

LA MOBILITAZIONE

Protesta trattori: nuovi blocchi tra Spezzano Albanese e San Marco Argentano

Stamane lungo la SS 283 dallo scalo fino allo svincolo autostradale della A2 centinaia di mezzi agricoli hanno dato vita ad un nuovo carosello di protesta contro le riforme del sistema agricolo

Non si ferma la protesta degli agricoltori tra il Pollino e la Valle dell’Esaro. Dopo la prima uscita del 22 gennaio scorso che ha paralizzato la zona di Cammarata puntando verso l’A2 del Mediterraneo, e i continui blocchi nella sibaritide e lungo le statali provinciali, anche oggi a distanza di una settimana il mondo agricolo torna a far sentire la propria voce e stanchezza rispetto alle politiche europee.

Un grande torpedone di mezzi agricoli ha invaso oggi la SS283 e la SP 270 tra lo scalo di Spezzano Albanese e l’uscita autostradale di San Marco Argentano creando non pochi disagi al traffico veicolare. Oltre cento mezzi agricoli hanno sfilato a passo lento, bloccando di tanto in tanto il traffico stradale particolarmente affollato nella zona.

Ad aprire il corteo un trattore sul quale è stata montata una grande bara di legno simbolo della preoccupazione degli agricoltori per la “morte” di un sistema produttivo messo in difficoltà dalle scelte politiche della Comunità Europea e gli effetti del caro energia che stanno indebolendo il sistema produttivo di qualità, soprattutto delle piccole e medie aziende.

Il “Movimento territorio e agricoltura” nato in questi mesi invita tutti i cittadini a partecipare e sostenere la rivolta degli agricoltori calabresi che si unisce a quelli che nel resto d’Italia stanno manifestando la loro stanchezza rispetto a politiche agricole che danneggiano le produzioni italiane, favorendo l’importazione di prodotti concorrenziali a discapito della qualità. «No alle farine di grillo, alle speculazioni, ai contributi per lasciare i campi incolti, agli aumenti di gasolio e alle carni di laboratorio» dicono i produttori che continueranno «fin quando l’Europa non ci darà ascolto».

Potrebbe interessarti

di Redazione

di Redazione

Servizi Video

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati

7 Febbraio 2024 - 17:20
Cultura

Nasce Pi.Ca.Lab. il primo museo didattico ospitato in una scuola