13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

20:18

FINISCE 1-1 CON IL PORTICI Il Castrovillari saluta la serie D

19:10

IL CORDOGLIO DELL'AMMINISTRAZIONE Ci lascia Ortensia Caterini, la farmacista dal sorriso luminoso

Visto

921 Volte

IL FESTIVAL

Cipolla bianca di Castrovillari: modello di recupero e valorizzazione di biodiversità

L'1 e 2 luglio ritorna nella città del Pollino il festival che ne esalta le peculiarità e versatilità in cucina. Triplicata la produzione rispetto allo scorso anno, così come sono in aumento gli ettari coltivati e i produttori iscritti alla De.Co. promossa dall'amministrazione comunale.

Non c’è più solo la rossa a far gola agli chef e i professionisti del settore della ristorazione. All’ombra del Pollino la cipolla bianca di Castrovillari, legata alla tradizione agricola della zona dei “giardini” che rischiava di scomparire, è divenuta un modello di recupero e valorizzazione della biodiversità.

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco, Domenico Lo Polito, attraverso l’assessorato alle attività produttive affidato a Nicola Di Gerio, ha creduto nelle potenzialità di questa identità alimentare del Pollino, dando vita ad una De.Co. che in poco meno di un anno ha prodotto la diffusione sul territorio del prodotto, la moltiplicazione della quantità coltivata grazie ad una rete sempre più numerosa di produttori, molti dei quali giovani, che hanno scelto di valorizzare l’ecotipo ormai ricercato dagli chef della zona e anche fuori regione.

Alla “bianca” con il ciuffo dorato, made in Castrovillari, l’amministrazione comunale e la rete dei produttori di Cipolla Bianca dedicheranno l’1 e il 2 luglio, il festival alimentare che vuole avvicinare sempre più consumatori al prodotto locale, ma anche valorizzarne l’esperienza produttiva e il potenziale economico che rappresenta per il territorio. Due giorni di street food, con chef locali e calabresi, convegni, tanta buona musica e una varietà di ricette che avranno come protagonista l’ecotipo locale, sostenuto anche dall’azienda regionale per lo sviluppo dell’agricoltura calabrese (ARSAC) che attraverso gli uffici territoriali ha contribuito a scrivere il disciplinare che è il cuore pulsante della De.Co.

Oggi sono 16 gli ettari coltivati nella zona di Castrovillari (rispetto ai 7 dello scorso anno), per un totale di 120 quintali (erano un terzo nel 2022) prodotti grazie ad una rete di circa 30 produttori tra aziende agricole e singoli appassionati. Numeri in crescita che segnano il trend positivo di un modello di recupero della biodiversità alimentare, diffusa negli anni ’70 e che oggi riprende vigore e vuole conquistare i mercati con le sue qualità.

Potrebbe interessarti

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati