13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

1195 Volte

GIUSTIZIA E VERITA'

«Vogliamo conoscere tutta la verità sulle stragi»: il monito della nipote di Paolo Borsellino

"Giustizia è verità" è stato il tema dell'incontro al quale hanno preso parte il magistrato Eugenio Facciolla e Roberta Gatani impegnata nel progetto "La casa di Paolo"

«Fa male pensare che si conosce così poco della strage di via d’Amelio e che quel che si conosce lo si deve ai pentiti». Nel teatro Vittoria, per l’incontro “Giustizia e verità” moderato dal sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, all’interno del programma del Festival della Legalità voluto dall’amministrazione comunale della città del Pollino, a parlare è la nipote di Paolo Borsellino, Roberta Gatani. Oggi il suo impegno è nel progetto “La casa di Paolo” che insieme alla Fondazione Falcone ha dato il patrocinio morale all’iniziativa che si celebra a Castrovillari fino a martedì 23 maggio, giorno dell’anniversario della strage di Capaci.

Insieme a lei sul palco del Vittoria c’è anche l’ex procuratore di Castrovillari, Eugenio Facciolla, magistrato che non lesina i suoi interventi per sottolineare che «abbiamo il doverse di cercare la verità» su quella fase che il Paese ha vissuto. «Spesso – aggiunge Facciolla – la verità storica difficilmente coincide con quella guidiziaria. Dopo 31 anni è ora di fare chiarezza su quanto accaduto, ma i tanti processi continuano anche a lasciare spazi di domanda inesplorati».

Sulle stragi si è perso tempo «dietro false verità» per questo oggi – aggiunge la nipote di Borsellino, Roberta Gatani – noi vogliamo conoscere tutta la storia è per averla abbiamo bisogno di un pentito di Stato». La Gatani, difronte alla platea di studenti che affollavano il teatro Vittoria, ha poi illustrato le finalità de “La casa di Paolo” che nel quartiere Kalsa si continua il sogno di Borsellino. «Pensiamo – ha aggiunto – ad un posto con le porte aperte per dare strumenti a tutti i bambini che diano loro la possibilità di scegliere cosa fare della propria vita». Un progetto che non vuole – per scelta – «nessun aiuto istituzionale» ma coltiva l’ottimismo del giudice ucciso dalla Mafia con l’attentato del 19 luglio 1992 sotto casa della madre.

«Abbiamo il dovere di continuare a chiedere la verità» – ha concluso Roberta Gatani – Gli ha fatto eco l’ex procuratore di Castrovillari cresciuto con il «metodo Falcone e Borsellino», due uomini che «ponevano il rispetto delle regole» al centro del loro operato.

Potrebbe interessarti

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati