13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

14:29

FESTIVAL DELLE LANTERNE Il folklore castrovillarese è arrivato in Cina

Visto

952 Volte

SCUOLA MODERNA

Dimensionamento scolastico: Castrovillari riacquista una autonomia ma si divide la scuola media

Nasceranno in città l'istituto Comprensivo 1 che vedrà insieme la Giustino Fortunato e la direzione didattica del Villaggio Scolastico e l'Istituto Comprensivo 2 con la scuola media Enrico De Nicola unita ai Ss Medici.

La Giunta della Regione Calabria, nella riunione di ieri pomeriggio, su proposta della vice presidente con delega all’istruzione, Giusi Princi, ha rielaborato e recepito le delibere delle Province e della Città metropolitana di Reggio Calabria relative alle integrazioni al piano di dimensionamento regionale, deliberando anche l’assegnazione di ulteriori 7 autonomie scolastiche per l’anno 2024/2025. Le nuove autonomie risultano così distribuite: 1 alla Provincia di Catanzaro; 2 alla Provincia di Cosenza; 1 Provincia di Crotone; 1 alla Provincia di Vibo Valentia; 2 alla Città Metropolitana di Reggio Calabria.

«Le autonomie aggiuntive – spiega la vice presidente Princi –, preso atto del parere dell’Ufficio scolastico regionale e delle rispettive delibere di modifica del piano di dimensionamento scolastico delle quattro Province e della Città metropolitana di Reggio Calabria, sono state individuate sulla base della consistenza della popolazione studentesca e non incide sul contingente organico assegnato alla Regione. Con lo stesso atto deliberativo si dispone, tra l’altro, di approvare la programmazione dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2024/2025 a seguito della non attivazione dell’indirizzo ‘Servizi culturali e dello spettacolo’ presso l’Ipsia ‘A.M. Barlacchi’ e l’attivazione del Centro provinciale per l’istruzione degli adulti (Cpia) di Botricello, compatibilmente con l’assegnazione della dotazione organica. Nello specifico le autonomie assegnate sono 51 a Catanzaro, 108 a Cosenza, 30 a Crotone, 22 a Vibo Valentia, 77 alla Città metropolitana di Reggio Calabria. Pertanto, complessivamente le autonomie per la nostra regione sono 288. L’incremento – specifica infine la vice presidente Princi – non comporterà aumento di organico dei dirigenti o dei direttori amministrativi ed è limitato al solo anno scolastico 2024/2025».

Cosa accadrà quindi di nuovo a Castrovillari? Di queste sette “nuove” autonomie due delle quali interessano la Provincia di Cosenza sono state assegnate ad Acri e alla città del Pollino che però dovrà subire la “divisione” della Scuola Media così ripartita i due Istituti Comprensivi.

Istituto Comprensivo 1 composto da Giustino Fortunato (180 alunni) e Direzione Didattica 1 “Villaggio Scolastico” ( 680 alunni ) e Istituto Comprensivo 2 con Scuola Enrico De Nicola (331 alunni) e Direzione Didattica 2 “SS Medici” ( 458 alunni). E’ importante sottolineare che questo “adeguamento” alla mappa scolastica è a tempo determinato, un anno, per cui a scadenza di questo periodo le autonomie aggiuntive spariranno e verrà ripristinato lo schema approvato dalla Regione il 15 dicembre.

In definitiva Castrovillari per ora riacquista una autonomia ma vede la scuola media divisa, cosa che gli stessi organi collegiali dell’Istituto avevano chiesto non avvenisse. Bisognerà ora capire cosa comporterà ai fini logistici e organizzativi questa divisione. Se da una parte non vi sarà il “grande istituto” da 1600 alunni dall’altra si avrà una scuola divisa in due tronconi con un probabile rimodulazione della collocazione dei docenti che secondo le esigenze personali potranno avere, chi ne avrà la possibilità oggettiva, di collocarsi nell’Istituto di preferenza. A ciò si aggiunge una fase prettamente organizzativa/progettuale che andrà completamente rivista, fermo restando di capire i ruoli dirigenziali o eventuali reggenze annesse alle stesse. Non sarà facile, il tempo e gli atti daranno le giuste spiegazioni, fermo restando una sentenza del consiglio di Stato del 2012 che aveva già dichiarato incostituzionale accorpare le scuole medie e le elementari di Castrovillari che potrebbe diventare oggi ulteriore motivo di ricorso da parte del Comune.

Potrebbe interessarti

di Redazione

di Redazione

Servizi Video

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati

7 Febbraio 2024 - 17:20
Cultura

Nasce Pi.Ca.Lab. il primo museo didattico ospitato in una scuola