13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

919 Volte

CITIZIEN - SCIENCE

Laino Borgo: le piante come sentinelle per monitorare l’ambiente

L'osservatorio ambientale della Valle del Mercure incontrerà gli studenti delle scuole e li coinvolgerà in un progetto teorico pratico per valutare la qualità dell'ambiente attorno alla centrale

Com’è la qualità dell’aria nella Valle del Mercure? Scopriamolo osservando le piante, che sono tra le prime rivelatrici di un’ambiente salubre e pulito. E’ un po’ questa la sintesi del progetto di monitoraggio ambientale che l’osservatorio della Valle del Mercure ha inteso proporre ai docenti e gli studenti della scuole secondarie di primo grado di Laino Borgo. Le piante possono essere sentinelle della qualità ambientale di un luogo. Basta osservarne il ciclo vitale e il loro comportamento. Per questo la società Bi Lab, attraverso la referente scientifica dell’osservatorio ambientale della valle del Mercure dottoressa Cifarelli, ha inteso proporre alla scuola un corso di formazione per docenti ed una attività teorico – pratica per gli studenti, al fine di focalizzare gli obiettivi del progetto e, allo stesso tempo, rafforzare il rapporto di dialogo con il territorio indirettamente coinvolgendo le famiglie nel racconto della qualità dell’aria nell’area in cui sorge e lavora la centrale del Mercure.

«Una esperienza – ha dichiarato il sindaco di Laino Borgo, Mariangelina Russo – che ci aiuta nel consolidamento della filiera di controllo che da sempre come istituzioni abbiamo sul sito energetico che sorge nel nostro territorio e allo stesso tempo di permettere di coinvolgere la scuola, le famiglie e le nuove generazioni, nel monitoraggio reale della qualità dell’aria che respiriamo. Teniamo ad un ambiente pulito, perchè in questo paradiso terrestre che ci è stato affidato, costruiamo sulla natura e sulla filiera agroalimentare ed il turismo lo sviluppo economico della nostra gente. Pertanto avere una qualità ambientale alta è sintomo di qualità di vita naturalmente connessa con i luoghi che ci appartengono».

L’attività scolastica che domani 27 aprile vedrà coinvolti gli studenti dopo una breve introduzione e presentazione dell’educational e del ruolo del biomonitoraggio degli inquinanti, prevede la consegna ai ragazzi dei kit miniaturizzati di tabacco e il collocamento negli spazi verdi della scuola delle piante che diventeranno le sentinelle del monitoraggio sulla qualità dell’aria.

All’iniziativa parteciperà oltre al sindaco di Laino Borgo, Mariangelina Russo, anche la presidente ff del Parco nazionale del Pollino, Valentina Viola. «Siamo soddisfatti nell’annunciare l’inizio di questo progetto che vede inizialmente coinvolte le scuole secondarie di primo grado di Laino Borgo a testimonianza che l’Osservatorio Ambientale della Valle del Mercure continua le sue attività – ha dichiarato la Viola – Nello specifico la tecnica della Citizien-Science, utilizzata in questo progetto, ha una grande valenza educativa, condizione altrettanto essenziale per questo genere di attività che non possono certamente prescindere dal coinvolgimento del territorio. L’obiettivo, infatti, è quello di garantire direttamente agli studenti coinvolti e indirettamente alle famiglie e al corpo docente, un’esperienza diretta di analisi dell’aria del proprio territorio, anche al fine di rafforzare e avvalorare le nozioni teoriche e i risultati degli studi ufficiali condotti dalle istituzioni e dagli enti preposti. A tale proposito a breve verrà presentato il sito web dell’Osservatorio Ambientale e i risultati periodici delle analisi scientifiche condotti dall’Istituto Superiore di Sanità e del CNR di Tito sulla Valle del Mercure».

Potrebbe interessarti

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati