13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

1866 Volte

ATTIMI DI PAURA

Rapina mano a armata in una parafarmacia, i titolari: «vogliamo sicurezza»

In una nota attività della parte nord della città l'episodio criminoso. Sconvolte le due professioniste vittime dell'aggressione. I titolari denunciano «siamo stanchi».

E’ arrivato a piedi, si è introdotto nella parafarmacia, minacciando con una pistola in mano le due farmaciste di turno e si è fatto consegnare l’incasso di giornata. Poi si è dileguato, indisturbato. E’ successo ieri sera intorno alle 19:30 nella centralissima Corso Calabria. Dietro il bancone le due professioniste che stanno per chiudere l’esercizio dopo una intensa giornata di lavoro, quando la tranquillità viene sconvolta dall’arrivo del rapinatore.

Sul caso indaga la Polizia di Stato che ha acquisito i filmati a circuito chiuso dell’esercizio commerciale e di altri occhi elettronici della zona, per provare a ricostruire l’episodio criminoso che ha sconvolto le protagoniste ed anche una intera città.

«Siamo stanchi, vogliamo sicurezza»

Oggi sulla pagina social dell’attività commerciale proprio i titolari dell’esercizio hanno chiesto alle istituzioni pubbliche che «la sicurezza pubblica sia garantita e non solo auspicata. Siamo sgomenti, increduli, tristi e soprattutto ci sentiamo impotenti».

L’espidio avrebbe potuto avere un epilogo tragico, vista la dinamica della rapina. Ecco perchè i farmacisti dichiarano di non sentirsi tutelati, «siamo veramente stanchi. Chi lavora con onestà, dedizione e passione non può non sentirsi sicuro sul posto di lavoro che con tanti sforzi e sacrifici ha costruito e che realizza anche un servizio pubblico. Non possiamo credere di non essere protetti e soprattutto di non essere in grado di proteggere i nostri amati clienti che, ricordiamolo, sono i più vari: famiglie con bambini, adulti, anziani che ogni giorno ci scelgono apprezzando e premiando il nostro lavoro e la nostra professionalità».

Oltre al ringraziamento alle forze dell’ordine intervenute prontamente, il pensiero è rivolto anche alle due professioniste che in prima persona hanno subito l’aggressione. «Chiediamo – concludono i titolari – di non essere lasciati soli e facciamo un appello vogliamo sicurezza».

Potrebbe interessarti

di Domenico Fortunato

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati