13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

561 Volte

ATLETICA

Ancora ottimi risultati per la Corricastrovillari

Thomas Fekre , vince ad Atena Lucana e si conferma atleta di notevoli speranze per la Società del Pollino

Spiccano nei giorni scorsi le prestazioni postivie dell’Asd Corricastrovillari . Con le sue scuole di atletica (Botricello, Corigliano-Rossano e Castrovillari) la società sta avviando a questa splendida disciplina tantissime promesse nel futuro di questo sport. Si è iniziato i con la trasferta di Molfetta dove, nel challenge delle province, la Corricastrovillari ha garantito, da sola con i suoi 8 ragazzi, la “rappresentativa Cosenza”.Le 4 ragazze (Ludovica Acri, Serena D’Ingianna, Francesca Basile, Fabiana Brindisi) ed i 4 ragazzi (Carlo Mezzotero, Ferdinando Costa, Gaetano Beltrano con Luigi Celi assente per febbre) hanno dato il meglio, gioendo della bellissima organizzazione che li ha ben introdotti nella fantastica atmosfera dell’atletica a livello nazionale. Gran belle prestazioni per Costa nell’alto con 1,40, per Mezzotero e D’ingianna nei 60m. Altri risultati per la Corricastrovillari  sono arrivati dalla straordinaria affermazione, nella gara di 8km su strada organizzata dalla Polispostiva Atena Lucana, per Thomas Fekre. Thomas, diciassettenne del team Corigliano-Rossano, continua nel suo sviluppo sportivo andando a vincere la sua prima corsa su strada ad Atena.Grande soddisfazione sul suo viso dopo questi suoi primi approcci a queste tipologie di gare dove ha sempre ottenuto posti di rilievo nelle classifiche finali.Quinto posto assoluto nella classifica femminile per Raffaella Altomare più il primo posto di categoria per Iona Suciu e quinta di cat per Viviana Malvasi. Franco Perticaro invece si classifica secomndo di categoria con Michael Pollina quinto.

La società calabrese -si legge in una nota –  è contemporaneamente focalizzata nella organizzazione della Co.Ro. Half Marathon dove ha appena ottenuto l’omologazione dai giudici Fidal con la soddisfazione di aver riconosciuta la categoria A di Half Marathon  (livello Bronze). Mezza maratona che vedrà come testimonial la campionessa italiana ed olimpionica (mezza maratona e di maratona), Giovanna Epis e del già due volta campione italiano 10.000 Mimmo Ricatti. Ambedue saranno impegnati nel week end del 25/16 novembre a promuovere lo sport sul territorio.

Visto

208 Volte

TEATRO

Eduardo in scatola alla rassegna Impollino 2023

Rassegna di teatro, musica e danza, ideata e promossa dall’associazione culturale Chimera e finanziata dal Ministero della Cultura. Appuntamento per il 3 novembre

Continuano gli appuntamenti di Impollino 2023, rassegna di teatro, musica e danza, ideata e promossa dall’associazione culturale Chimera e finanziata dal Ministero della Cultura. Dopo lo spettacolo del cantastorie Nando Brusco, “Tamburo è voce”, tocca alla compagnia “Menodiunterzo” aprire il mese di novembre dedicato alle compagnie della città del Pollino. Si inizia venerdì 3 novembre alle 21, con “Eduardo in scatola, tarantella spiritica in omaggio al grande Eduardo De Filippo”, scritto da Francesco Gallo, affiancato nella regia da Domenico Perri. Si legge nelle note dell’autore, grande conoscitore della straordinaria e geniale opera di Eduardo “Capita nella vita di pensare con riconoscenza a persone che hanno prestato parole al nostro confuso sentire. Capita, in alcune segnate circostanze, di percepire la loro voce, udire i loro consigli, di fare i conti con le vibrate espressioni dei loro volti. Volti che si sommano ai ritratti familiari, creando immagini di maggior consapevolezza. “Eduardo in scatola” è un omaggio ad un Maestro”. Eduardo De Filippo in questo piccolo allestimento prodotto da “Menodiunterzo” appare come un profeta capace di annunciare la forza generatrice del teatro. Autore e attore sono nuovamente chiamati alla prova: un urto, uno strappo, un suono e il gioco riprende da una battuta che la memoria ha trattenuto. Aperto il baule dell’attore, dove si conservano abiti di scena, oggetti, maschere, trucchi usati, l’epifania della voce trova radici nei corpi degli attori. Saranno Nunzia Aieta e lo stesso Francesco Gallo a trasformare il desiderio di sentire nel desiderio di essere. In scena anche il Maestro Salvatore Chiodi, che eseguirà dal vivo musiche originali composte per l’occasione, ed Emilia Giannuzzi che ripercorrerà, con il canto, alcuni momenti della poesia eduardiana. Ad impreziosire la tela drammaturgica la voce di Marco Manchisi, attore della tradizione napoletana, che ha lavorato in diverse occasioni con Luca De Filippo, Leo De Berardinis, Roberto Latini. Ancora una notazione all’immagine di locandina, commissionata ad Antonello Silverini, fra i più importanti illustratori del panorama internazionale, sua una splendida immagine per il Festival Internazionale del Cinema di Roma, di qualche anno fa. Ci sono tutte le premesse per scoprire un lavoro che più che un omaggio contingente ad un maestro si presenta come un ennesimo atto d’amore per il teatro. Lo spettacolo, nel piccolo e vitale spazio del Teatro della Chimera di Castrovillari, diretto dall’attore e regista Fabio Pellicori, sarà in scena anche sabato 4 novembre sempre alle 21 e domenica 5 nella pomeridiana delle 18. Altre tre repliche nel fine settimana successivo, e precisamente da venerdì 10 a domenica 12.

Visto

215 Volte

SI PARTE IL 3 NOVEMBRE

Rassegna del Festival Ricorrente dei Lettori

Ripartono a cura dell’Accademia Pollineana di Castrovillari le iniziative di lettura ad alta voce, volte a stimolare il piacere di leggere

Ripartono, a cura dell’Accademia Pollineana di Castrovillari, le iniziative di lettura ad alta voce, volte a stimolare il piacere di leggere. Non una lettura fine a se stessa, bensì una abilità che coinvolga il lettore a tutto tondo, con la comprensione del testo, la sua analisi, i commenti, le domande che esso suscita. Il Centro per il libro e la lettura ha lanciato per questa edizione il tema istituzionale “Se leggi ti lib(e)ri”, un appello alla lettura come espressione di libertà e il libro come chiave per ottenerla. Parole-chiave saranno “conoscere”, “sognare”, “creare”, che faranno da filo conduttore all’esplorazione di vari generi e tipologie testuali: testo giornalistico, biografie, narrativa storica, poesia, fantasy, graphic novel, in particolare durante le giornate di lettura ad alta voce (13-18 Nov.) che coinvolgeranno le scuole italiane. Partners dell’iniziativa di questa XXV Rassegna del Festival ricorrente dei Lettori, che è sostenuta dall’Amministrazione comunale di Castrovillari, con il Patto sulla lettura, esteso a tutta la Comunità, con centro nevralgico la Biblioteca civica “U. Caldora”, saranno in primo piano l’I.I.S. Mattei-Pitagora-Calvosa, grazie alla disponibilità del Dirigente scolastico, Vincenzo Tedesco, e parallelamente istituti, associazioni e gruppi particolarmente interessati alla lettura espressiva: Ass. culturale Alétheia di Laino Borgo , Circolo Cittadino di Castrovillari, Frati minori conventuali San Francesco di Paola-Castrovillari, che si ringraziano per la concessione ad uso gratuito della Sala Varcasia e Casa Circondariale “Rosetta Sisca” di Castrovillari. La Rassegna toccherà vari argomenti oggetto di pubblico dibattito: le aree “marginalizzate”, il ritorno dai luoghi di immigrazione, le relazioni tra adolescenti, la scelta di affidarsi alla medicina per avere un figlio che tarda ad arrivare, le esportazioni illegali di capitali, amore e morte. Inoltre, sarà ricordata l’opera e la figura di Italo Calvino, in occasione del centenario dalla nascita.

 

Il programma con le date programmate e gli autori che saranno ospiti della Rassegna:
3 Novembre, ore 18:00, Circolo Cittadino di Castrovillari. Lento pede. Vivere nell’Italia estrema, di Domenico Cersosimo e Sabina Licursi, Donzelli Editore.
8 Novembre, ore 18:00, Sala Varcasia, Convento francescano di Castrovillari. Figlio unico, di Maria Lovito, Edigrafema.
15 Novembre, ore18, Circolo Cittadino di Castrovillari. Confine di Stato. Tra segreti bancari e umani sotterfugi, di Isabella Venturi, Capponi Editore

LIBRIAMOCI A SCUOLA/Incontri con l’ autore/ORGANIZZATI DA I.I.S. MATTEI-PITAGORA-CALVOSA-CASTROVILLARI, a cui sono invitate a partecipare rappresentanze delle scuole secondarie di II grado.

18 Novembre, ore 11:00, Auditorium LS “Mattei-Pitagora-Calvosa”. Porto di Terra, di Mariella Procaccio, Progredit.

20 Novembre, ore 11:00, Auditorium ITCG “Mattei-Pitagora-Calvosa” Un cuore d’altri tempi, di Andrea Graziadio, Ediz. Ducale.

21 Novembre, ore 10:00, Biblioteca Casa Circondariale di Castrovillari “Rosetta Sisca”. “Ciò che inferno non è”. Ricordando Italo Calvino

24 Novembre, ore 18:00, Biblioteca civica “U. Caldora”. Sarti volanti, di Annarosa Macrì, Rubbettino Editore

 

Visto

693 Volte

STRUMENTO DI PUBBLICA UTILITA'

Castrovillari è tra le città campione coinvolte nello svolgimento del censimento

Circa 310 famiglie potranno compilare il questionario online, in maniera autonoma, sul sito dell’Istat. Dal 7 novembre i rilevatori comunali cominceranno a contattare a domicilio le famiglie inadempienti per invitarle a compilare il questionario.

Anche quest’anno Castrovillari è tra le città campione coinvolte nello svolgimento del censimento permanente sulla popolazione e le abitazioni.

Sono iniziate anche a Castrovillari le operazioni di Censimento permanente, che ha cadenza annuale, e non più decennale, e coinvolge un campione rappresentativo della popolazione. Solo una parte dei Comuni italiani viene interessata ogni anno dalle rilevazioni e Castrovillari è tra questi.

Le famiglie coinvolte nel campione hanno ricevuto una lettera informativa a firma del Presidente dell’Istat contenente le modalità per partecipare. La data di riferimento del Censimento è il 1 ottobre 2023. Le risposte ai quesiti inseriti nel questionario devono essere riferite a questa data.

Circa 310 famiglie potranno compilare il questionario online, in maniera autonoma, sul sito dell’Istat (Istat.it – Censimento permanente popolazione e abitazioni).

Queste famiglie hanno ricevuto per posta una lettera dell’Istat con tutte le indicazioni e le credenziali per accedere al canale web, aperto dal 2 ottobre al 11 dicembre.

Dal 7 novembre i rilevatori comunali cominceranno a contattare a domicilio le famiglie inadempienti per invitarle a compilare il questionario. La chiusura della rilevazione è prevista per il 22 dicembre.

I cittadini potranno recarsi per la compilazione del questionario anche al Comune di Castrovillari presso l’ufficio statistica – CCR in piazza Schettini, 3 ex palazzo di giustizia – II piano tel 098125318-

Gli incaricati, muniti di tesserino di riconoscimento rilasciato dal Comune di Castrovillari, suoneranno i campanelli delle famiglie coinvolte per inserire a tablet le risposte al questionario. A fine intervista, su richiesta, verrà rilasciata una ricevuta.

Il censimento è considerato uno strumento di pubblica utilità e per i cittadini è obbligatorio rispondere ai quesiti censuari. I dati raccolti sono tutelati dal segreto statistico e sono diffusi solo in forma aggregata e utilizzati solo per fini istituzionali e statistici. I dati personali sono tutelati dal Codice in materia di protezione dei dati personali in ogni fase della rilevazione, dalla raccolta alla diffusione dei dati.

Grazie all’uso integrato di rilevazioni statistiche campionarie e dati provenienti da fonti amministrative, il Censimento permanente è in grado di restituire annualmente informazioni che rappresentano l’intera popolazione, ma anche di contenere i costi e il disturbo statistico sulle famiglie.

I primi risultati saranno diffusi a dicembre 2024. Il Censimento consente di conoscere le principali caratteristiche strutturali e socio-economiche della popolazione che dimora abitualmente in Italia, a livello nazionale, regionale e locale e di confrontarle con quelle del passato e degli altri Paesi.

Il Centro Comunale di Raccolta dei dati (CCR) è costituito presso l’ufficio statistica del Comune (telefono 098125318), aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 ed il martedì e giovedì dalle 15.30 alle 17.30.

Per avere tutte le informazioni e i chiarimenti i cittadini possono contattare l’Ufficio Comunale di Censimento del Comune di Castrovillari chiamando il numero 098125318,  oppure scrivendo una mail all’indirizzo urbanistica@comune,castrovillari.cs.it

Tutte le informazioni sui contenuti del censimento si possono trovare sul sito dell’Istat (https://www.istat.it/it/censimenti/popolazione-e-abitazioni) che ha messo a disposizione anche il numero verde 800.188.802 attivo fino al 22 dicembre dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 21 tutti i giorni.

Visto

148 Volte

RINNOVO DELLE CARICHE

Pro Loco di Mormanno, Bruno confermato alla guida

Antonio Bruno confermato Presidente, Angelina Paternostro che fungerà da Vice Presidente, Gian Paolo Tucci che ricoprirà il ruolo di Segretario e Carmine Apollaro di tesoriere

Antonio Bruno è stato riconfermato alla guida della Pro loco di Mormanno. Nei giorni scorsi, nella sala della Galleria d’Alessandro si sono svolte alla presenza di numerosi soci dell’Ente le elezioni per il rinnovo alla carica a Presidente delle Proloco e del nuovo Consiglio di Amministrazione. Dopo la relazione del Presidente uscente sugli ottimi risultati ottenuti nell’organizzazione degli eventi che si sono svolti sotto la sua carica, sono seguiti vari interventi dei presenti che hanno sottolineato la mole di lavoro svolta per la valorizzazione del proprio borgo e ringraziato per il lavoro svolto il Presidente Bruno a cui è stata data, in modo inequivocabile, fiducia così come risultato dallo spoglio delle schede. Oltre a Bruno sono stati eletti a far parte del direttivo , Angelina Paternostro che fungerà da Vice Presidente, Gian Paolo Tucci che ricoprirà il ruolo di Segretario e Carmine Apollaro di tesoriere . Faranno parte del C.D.A i consiglieri Giuseppe Sola, Sergio Pugliese e Gennaro De Franco. La rielezione di Antonio Bruno non è altro che la continuità dell’impegno profuso per la valorizzazione e la salvaguardia dei beni culturali e non solo dei quali la Proloco di Mormanno si è fatto carico sentendone tutta la responsabilità, il rinnovo della collaborazione con le altre associazione e le istituzioni del comprensorio del Pollino.

Visto

311 Volte

ASSEMBLEA PUBBLICA

Dimensionamento scolastico. L’IIS Mattei-Pitagora- Calvosa non ci sta

L'invito del Dirigente Scolastico ai cittadini, studenti e loro famiglie mercoledì 08 novembre 2023 presso l’Auditorium del Liceo Scientifico in Viale delle Querce. Il momento è delicato "e c’è bisogno della presenza di tutti a dimostrazione dell’unione della comunità educante che questa decisione vuole dividere".

Il Dirigente Scolastico dell’I.I.S. Mattei-Pitagora-Calvosa,Vincenzo Tedesco, con una lettera aperta si è rivolto direttamente a genitori, alunni, personale delle scuole di ogni ordine e grado, per invitarli ad un’ assemblea pubblica che si svolgerà  mercoledì 08 novembre 2023 alle 16:30, presso l’Auditorium del Liceo Scientifico in Viale delle Querce. Diversi i punti salienti di questa assemblea nella quale si discuterà in primis “degli effetti del nuovo dimensionamento scolastico che determineranno la soppressione dell’autonomia della scuola, con  grave danno sul piano occupazionale dal momento che, sul nostro territorio, si perderanno decine di posti di lavoro”.

Inoltre, si legge in uina nota stampa “è palese la disparità di trattamento del  piano di dimensionamento adottato dalla Provincia, nell’ambito del quale è stata riconosciuta l’autonomia a istituzioni scolastiche  con un numero di alunni decisamente inferiore a quelli del “Mattei-Pitagora-Calvosa”.

Infine, “la contraddizione tra queste ingiuste decisioni e lo spirito del PNRR, per il quale l’Unione Europea ha impegnato enormi risorse. Un piano che nasce con l’obiettivo di ridurre i divari territoriali e che, invece, si sta realizzando a discapito delle aree più deboli del paese, aumentandone la marginalizzazione dal contesto Europeo“.

Alla luce di queste considerazioni, pertanto, “si è deciso di assumere ogni utile iniziativa al fine di tutelare l’autonomia della nostra scuola e impedire un ulteriore impoverimento del nostro territorio”.Per discutere di questo, “e per dire “No” alla penalizzazione della nostra scuola”il Dirigente Scolastico invita  tutti alla pubblica assemblea “che veda coinvolti gli studenti e le loro famiglie, aperta alla cittadinanza, al fine di  sensibilizzare tutti sulla gravità di quanto sta succedendo”.

Il Momento è grave – conclude la nota- e c’è bisogno della presenza di tutti a dimostrazione dell’unione della comunità educante che questa decisione vuole dividere”.

Visto

555 Volte

LA TRAGEDIA IN MARE

A Presa Diretta le immagine inedite sulla tragedia di Steccato di Cutro

Giuseppe Laganà ci racconta cosa vedremo stasera in onda nel programma di Riccardo Iacona

Un reportage di oltre 30 minuti che offrirà il punto sulle indagini della Procura e soprattutto con immagini inedite sulla tragedia di Steccato di Cutro. E’ l’anticipazione sullo speciale che andrà in onda stasera su Rai 3 alle ore 21:20 nel programma condotto da Riccardo Iacona “Presa Diretta”. Un racconto per immagini e con le testimonianze dei familiari di alcune vittime raccolte in giro per l’Europa con la precisa volontà di dare un nome e un cognome a chi ha trovato la morte nella pancia di quella imbarcazione disintegratasi a pochi metri dalle coste calabresi.

Uomini e donne – ci racconta in anteprima Giuseppe Laganà, giornalista di Presa Diretta – «che desideravano vivere la propria vita in altri paesi europei, sarebbero stati in Italia solo di passaggio. La stragrande maggioranza di quelle persone doveva entrare in Europa dalla porta principale avendo tutti i diritti per beneficiare della protezione internazionale. Non su una barca di legno abbandonata alla furia delle onde».

La puntata di stasera che chiude l’edizione 2023 del programma di inchiesta e reportage di Rai 3 vuole riparlare di «questa storia paradigmatica, che ha destato molto interesse nella stampa mondiale: la tragedia del naufragio di Steccato di Cutro. Abbiamo voluto affrontare la vicenda seguendola fin dalle prime ore, ricostruendo il fatto con testimonianze inedite e soprattutto abbiamo cercato in questa storia una cosa che spesso viene dimenticata: l’umanità. Fin dalle prime ore della tragedia, con Riccardo Iacona, abbiamo voluto provare a riempire di nomi e cognomi la pancia del caicco. Chi erano le persone su quella barca? Che sogni avevano? Dove erano diretti?».

Una tragedia che ha bussato alla nostra porta

Il programma ha in questo anno lungamente trattato, in varie puntate, il tema dell’immigrazione, nei sui suoi vari aspetti, umanitari, economici, geopolitici, di sicurezza. Papa Francesco, già due anni fa, ha definito il Mar Mediterraneo come il più grande cimitero d’Europa. «Quindi – aggiunge Laganà – sembra che parole come soccorso, accoglienza, diritti e doveri, leggi del mare, umanità, siano concetti troppo difficili da insegnare e quindi da apprendere da parte soprattutto dei decisori politici italiani ed europei. Ma questa tragedia ha davvero bussato vicino alle nostre porte di casa. Sono morti a poche decine di metri dalla riva. Le loro urla sono entrate dentro le nostre finestre. Hanno scosso i nostri cuori e le nostre certezze. La solidarietà calabrese che si è stretta fin dai primissimi istanti intorno ai superstiti e ai familiari delle vittime lascia aperta la porta della speranza. Come ci racconta nel nostro reportage l’ex Ammiraglio della Guardia Costiera Vittorio Alessandro, in mare si soccorre sempre, e il soccorso può anche essere ridondante, ha diritto ad esserlo. E’ a terra che si può e si deve pensare al resto. La politica deve fermarsi a riva, in mare non deve entrare».

Un fenomeno che rischia di alimentarsi

«Io sono convinto che il problema degli sbarchi sulle nostre coste non possa essere risolto con slogan politici. Con il populismo. Le attuali condizioni geopolitiche e climatiche non possono far altro che alimentare il fenomeno. Quindi l’intelligenza politica deve essere quella di creare le condizioni per l’integrazione e la valorizzazione delle risorse umane che arriveranno comunque in Europa, si voglia o meno. E parallelamente rafforzare la nostra capacità di essere interlocutori credibili per gli Stati da cui partono. Oggi invece prevale una visione di polizia, il contrasto all’immigrazione clandestina ha la meglio sul soccorso in mare. Eppure, il grande vanto della nostra Guardia Costiera ad esempio è, e rimane, il salvataggio di vite umane in mare. Per questo è conosciuta come corpo, per questo i suoi uomini sono stati formati. E il “suo” vanto deve tornare ad essere il nostro vanto, il vanto del nostro Paese».

Visto

148 Volte

L’AIC accoglie in Calabria l’ambasciatore cinese presso la Fao, Guang Defu

L'ambasciatore permanente della Cina presso la Fao sarà ospite dell'associazione presieduta da Giuseppino Santoianni per un focus sulle aree interne

Una visita istituzionale di grande prestigio coinvolgerà l‘Associazione Italiana Coltivatori, nella sua diramazione provinciale di Cosenza. Dopo i rapporti di collaborazione e sinergia realizzati nel corso del X Congresso a Roma tra l’AIC nazionale, presieduta da Giuseppino Santoianni, e Guang Defu, l’ambasciatore permanente della Cina presso la Fao, ospite della convention di giugno, la delegazione del rappresentante cinese sarà accolta in Calabria per una due giorni di confronto, visite e dialogo con il territorio.

La Cina è il principale partner commerciale dell’Italia in Asia e l’Italia è il paese dell’Unione Europea con il maggior numero di accordi per l’esportazione di prodotti agricoli verso la Cina. La venuta in Calabria ed in particolare nella provincia di Cosenza dell’ambasciatore cinese servirà – oltre a dialogare sul futuro dell’agricoltura e delle aree interne – anche a stabilire fervidi rapporti commerciali per alcuni segmenti produttivi che più interessano il paese asiatico.

Guang Defu arriverà in Calabria i primi di novembre e sarà impegnato nella visita sul territorio, incontrando da vicino alcune delle realtà più rappresentative della produzione agricola dell’AIC in provincia di Cosenza: olivicoltura, viticoltura, agrumicoltura, ma anche trasformazione di carni, coltivazione di eccellenze riconosciute dal presidio Slow Food come il fagiolo poverello bianco, e poi le specie autoctone di mele e apicoltura montana saranno alcune delle realtà che permetteranno all’ambasciatore cinese di apprezzare sul campo il grande lavoro di risilienza e sostenibilità messa in campo nelle aree interne dagli agricoltori cosentini.

Poi un incontro con le istituzioni regionali e provinciali servirà per raccontare a più voci il grande lavoro di valorizzazione promosso in uno dei settori strategici per lo sviluppo della Calabria.

Visto

199 Volte

REPORTAGE TV

A “Presa Diretta” si ritorna a parlare del naufragio di Cutro

Oltre al naufragio di Cutro si parlerà di Intelligenza Artificiale. Per la prima volta in una televisione italiana parla Eric Horvitz, lo scienziato informatico americano per anni a capo della divisione ricerca di Microsof e oggi direttore scientifico di tutta l’azienda

Con Intelligenza Artificiale , in onda questa sera, 30 ottobre, alle 21.20 su Rai 3, PresaDiretta propone l’ultimo appuntamento della stagione. Uno straordinario reportage sull’Intelligenza Artificiale e uno Speciale sul Naufragio di Cutro.

L’Intelligenza Artificiale promette di cambiare in meglio la nostra vita, è una rivoluzione, una rottura totale tra il prima e il dopo. E già adesso molte di quelle promesse sono realtà. Grandi opportunità dunque, ma quali sono i rischi? L’AI è una tecnologia che ha permesso alla scienza di progredire in modo impensabile, in tutte le sue discipline. Per la biologia ad esempio basta un dato: dal dopoguerra a due anni fa erano state scoperte 200mila strutture di proteine, oggi grazie all’AI siamo arrivati a 200 milioni.Per essere sviluppata però, l’Intelligenza Artificiale ha bisogno di grandi capitali in grado di far lavorare macchine gigantesche, con enormi quantità di dati. Fino a pochi anni fa questa tecnologia veniva sviluppata quasi esclusivamente nelle più importanti università, poi il settore privato ha fiutato l’affare e ha cominciato a investire. Enormi investimenti e reclutamento delle migliori
menti al mondo che nessuno Stato può permettersi. Qualche numero: nel 2021 l’Unione Europea ha investito nel settore 1 miliardo di euro, lo stesso anno il settore privato ha investito più di 340 miliardi di dollari. E il trend è destinato a crescere.

Quali saranno le conseguenze di questa concentrazione di potere e di ricchezza? E le strepitose opportunità offerte dall’AI per combattere il cambiamento climatico o le grandi malattie, saranno compatibili con gli interessi dei privati proprietari di questa tecnologia?

E poi un’importante inchiesta di PresaDiretta: Il naufragio di Cutro.
Cosa è successo la notte del 26 febbraio 2023, quando a poche centinaia di metri dalla costa calabrese, sono morti in mare più di 100 migranti? Cosa non ha funzionato nella macchina dei soccorsi? La ricostruzione di quelle ultime drammatiche ore attraverso la lettura dei documenti e
con le voci dei primi soccorritori accorsi sulla spiaggia, le testimonianze dei sopravvissuti e dei parenti delle vittime, i video esclusivi inviati dalla barca.

Visto

722 Volte

BOXE

Due giovani atleti al raduno nazionale della federazione pugilistica Italiana

Si tratta dei castrovillaresi Antonio Oliveto e Davide Grosso che in questi due giorni si sono messi in mostra presso il centro di preparazione olimpica del Coni a Tirrenia in provincia di Pisa

Piccoli pugili crescono. E’ ciò che sta accadendo Antonio Oliveto e Davide Grosso, giovanissimi atleti castrovillaresi che in questi due giorni si sono messi in mostra presso il centro di preparazione olimpica del Coni a Tirrenia in provincia di Pisa durante il raduno nazionale della Federazione Pugilato Italiana. A partecipare e accompagnare a questo prestigioso evento i due pugili appartenenti al Team Oliveto di Castrovillari, il tecnico e responsabile regionale Calabria Vincenzo Oliveto. I due giovani atleti di appena dodici anni sono stati vincitori per tre anni di seguito nei criterium regionali in Calabria, riferimento 2021/ 2022/2023 ed hanno partecipato alla Coppa Italia di Chianciano terme nel 2021 e alla Coppa Italia in Abruzzo nel 2022 e 2023 ottenendo insieme alla squadra regionale calabrese degli ottimi risultati. Hanno inoltre partecipato al primo sparring-io 2023 dove Antonio Oliveto ha conquistato il podio diventando campione regionale di sparring-io. Per loro ion questi due giorni la grande opportunità per fare vedere il loro talento maturato nel tempo. Un grosso in bocca a lupo per questi due ragazzi e al loro tecnico, sperando che il fuutro gli riservi qualcosa ancora di più importante. In bocca al lupo.