13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

844 Volte

ROMPERE IL SILENZIO

Diamo voce al silenzio: fiaccolata silenziosa promossa dagli scout di Cassano all’Jonio

Il gruppo scout, dopo l'omicidio di Antonella Lopardo, ha scelto nel giorno della commemorazione della strage di Capaci di tornare in piazza invitando tutti i cittadini liberi e onesti della città a partecipare, per mantenere viva la speranza.

La data è simbolica: il 23 maggio, giornata della Legalità in cui si ricorda la strage di Capaci del 1992. Gli scout di Cassano all’Jonio dell’Agesci hanno scelto proprio quella data per proporre alla comunità una fiaccolata silenziosa (con partenza alle 19:30 dal seminario vescovile) per «rompere il muro dell’indifferenza che ci circonda» scrivono i responsabili.

«Nonostante le difficoltà che quotidianamente riscontriamo, la nostra coscienza ed il nostro amore per i ragazzi ci spinge ad andare avanti per tenere accesa la fiammella della speranza. A certe latitudini però il contesto sociale, la vita quotidiana sono inquinati da un cancro difficile da estirpare che segna i nostri passi e ci condanna a subire nel silenzio, qualsiasi cosa accada sul territorio».

La criminalità organizzata – spiegano i responsabili scout nel motivare la scelta – «è il mostro con cui siamo abituati a convivere, con cui bisogna fare i conti. Anche se la stessa si muove nel buio, nel silenzio più assordante, in certi momenti riesce ad essere rumorosa e colpisce nell’animo un’intera comunità». Qualche giorno fa a Sibari l’ultima uccisione di una innocente: Antonella Lopardo, trucidata davanti l’uscio di casa per uno scambio di persone.

«Da quel giorno – aggiungono gli scout – un velo di silenzio e di indifferenza è calato sulla nostra comunità. Un silenzio ed una indifferenza figli della rassegnazione, della paura, del sopravvivere a questa stagione criminale che regola i suoi conti calpestando tutto e tutti, soffiando sulla fiammella della nostra speranza fino a farla spegnere. Come adulti, impegnati nell’educazione dei ragazzi, abbiamo sentito forte il dovere e la necessità di non rimanere inermi dinanzi agli ultimi accadimenti successi sul nostro territorio».

L’impegno è educare i ragazzi «con i valori della legalità, del rispetto delle regole, della cittadinanza attiva, ma educhiamo i nostri ragazzi anche con l’esempio e la testimonianza di determinate scelte» Per questo l’appello a tutti i cittadini, le persone libere oneste e perbene di Cassano, «di essere al nostro fianco, della nostra comunità capi, dei nostri ragazzi, delle nostre famiglie, della nostra comunità».

Potrebbe interessarti

di Domenico Fortunato

Servizi Video

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati

7 Febbraio 2024 - 17:20
Cultura

Nasce Pi.Ca.Lab. il primo museo didattico ospitato in una scuola