13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

976 Volte

FESTIVAL

Castrovillari si anima con l’Estate Internazionale del Folklore

Ballerini, cantanti e musicisti provenienti da Argentina, Bulgaria, Colombia, Costarica, Ecuador, Polonia, Sud Africa, Indonesia e, immancabilmente, i padroni di casa dell’Italia con il gruppo Città di Castrovillari hanno riempito Corso Garibaldi

Castrovillari è inondata in queste ore di colori e musica grazie ai gruppi che si sono esibiti nella prima giornata della trentasettesima edizione del Festival Internazionale del Folklore. Ballerini, cantanti e musicisti provenienti da Argentina, Bulgaria, Colombia, Costarica, Ecuador, Polonia, Sud Africa, Indonesia e, immancabilmente, i padroni di casa dell’Italia con il gruppo Città di Castrovillari hanno riempito Corso Garibaldi sfilando per arrivare al palco dove si è tenuta la cerimonia di apertura che ha avuto inizio suonando gli inni delle Nazioni presenti a questa edizione. Sono poi saliti sul palco il direttore artistico dell’E.I.F. Antonio Notaro, Tilde Nocera e l’assessore Ernesto Bello. Quest’ultimo ha raccontato di aver fatto parte del gruppo folkloristico della città di Castrovillari e ha dichiarato che “il Festival tramanda uno spunto associazionistico e un grande messaggio di pace. Bisogna continuare a farlo adattando l’evento ai tempi”. Il presidente Notaro ha ringraziato “chi ha dato voce all’evento” e ha espresso soddisfazione per essere riusciti, grazie alla manifestazione, a portare i turisti dalla costa in città. L’ultimo intervento è stato quello di Tilde Nocera, che ormai da decenni con il suo Progetto CEA cura l’apertura del festival la quale ha evidenziato come “la danza insegna a comunicare senza parlare, abbattendo le barriere linguistiche”. La serata che ha visto la partecipazione del giornalista Lino Polimeni e la conduzione del collega Domenico Gareri ha visto poi le esibizioni dei gruppi appartenenti a Costa Rica, Bulgaria, Colombia, Indonesia, Ecuador e Polonia. La serata si è chiusa con il “Fader J Festival Party” curato da Davide Mirone, Rosario Rummolo, Ginevra Voice e Mirko Valente per ricordare Mirko Ruberto. Sul palco la sorella, Marialucia, ha consegnato al patron, Notaro, una targa in pietra di Cerchiara, realizzata da Josè Marino.

Questa sera alle 21.30 seconda serata con lo spettacolo Internazionale e l’esibizione dei gruppi provenienti dalla Bulgaria, Ecuador e Italia con il gruppo “A Pacchianeddra Sansustisa”, Associazione Culturale “I Cantori del Pettoruto” di San sosti.

 

Potrebbe interessarti

PRESENTATO IL PROGRAMMA

Tutto pronto per il Pollicino Book Fest

di Redazione

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati