13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

1024 Volte

DRAMMA SENZA FINE

Pollino in lutto per la morte di Denise Galatà: il messaggio di cordoglio dei sindaci Russo e Palermo

I sindaci di Laino Borgo, Mariangelina Russo, e Laino Castello, Gaetano Palermo, esprimono vicinanza alla famiglia della giovane studentessa trovata senza vita nel fiume Lao e a tutta la comunità di origine

«Il ritrovamento del corpo senza vita di Denise Galatà ci rattrista fortemente. Abbiamo sperato insieme alla famiglia, ai docenti e i compagni di scuola e tutta la comunità di Rizziconi, che l’opera straordinaria dei soccorritori potesse avere un altro epilogo. Così purtroppo non è stato e oggi il Pollino intero è in lutto insieme a quanti piangono la sua scomparsa». Lo affermano congiuntamente i sindaci di Laino Borgo, Mariangelina Russo, e Laino Castello, Gaetano Palermo, che dal pomeriggio di ieri hanno seguito costantemente l’attività della macchina dei soccorsi.

«Questa tragedia non avremmo mai voluto che si verificasse. Siamo rattristati e ci stringiamo con vivo cordoglio al dolore della famiglia e della sua comunità di origine. In trent’anni di rafting sul fiume Lao – svolto da guide altamente specializzate in possesso di brevetti nazionali per questo tipo di sport – non era mai successa una cosa simile. Siamo addolorati per questo momento di tragico dolore che sconvolge la Calabria intera e che ha coinvolto una scolaresca in visita alle nostre bellezze naturalistiche con un gruppo di giovani tutti maggiorenni, accompagnati dalla preside e alcuni docenti. I nostri luoghi sono sempre stati conosciuti per la loro pace e serenità, per l’accoglienza e il calore umano. Lo stesso che in queste ore abbiamo provato a manifestare a coloro che sono stati colpiti da simile tragedia».

Visto

1183 Volte

IL CORDOGLIO

Morte di Denise Galatà nel Lao: Occhiuto «giorno triste per la Calabria»

Il presidente della Regione ha espresso sincera vicinanza alla famiglia della giovane studentessa di Rizziconi trovata senza vita dopo quasi un giorno di ricerche sul Pollino

«È un giorno molto triste. La Calabria è in lutto». Queste le parole del Presidente della Regione, Roberto Occhiuto, il quale, esprime sincero cordoglio alla famiglia di Denise Galatà, la studentessa 19enne, morta, mentre faceva rafting sul fiume Lao. «Siamo vicini – dice Occhiuto – ai suoi cari, ai suoi amici, alla comunità di Rizziconi, Comune del reggino nel quale la ragazza risiedeva, e al liceo statale di Polistena, la scuola frequentata da Denise».

Anche la Città Metropolitana di Reggio Calabria si stringe attorno ai familiari della giovane. «In queste ore di ansia e preoccupazione – si legge in una nota – abbiamo seguito con apprensione le ricerche della piccola Denise, fino al tragico epilogo. Ai suoi familiari giunga ora l’abbraccio da parte dell’intera comunità metropolitana. Il suo sorriso rimarrà scolpito per sempre nel cuore di ognuno di noi».

Dal canto suo, intanto, Il ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, nell’esprimere il suo cordoglio ai genitori di Denise e alla comunità scolastica per questa tragedia, ha già chiesto all’USR Calabria «di fare adeguati accertamenti per verificare che tutte le misure di sicurezza siano state adottate. La direttrice dell’Usr calabrese – scrive il Ministro – ha già disposto un’ispezione per capire le condizioni organizzative e di sicurezza dell’attività proposta ai ragazzi dalla scuola».

Visto

1345 Volte

IL DRAMMA

Trovato il corpo senza vita di Denise Galatà: era caduta dal gommone durante una escursione in rafting

La ragazza originaria di Rizziconi era in gita con la scuola di Polistena sul Pollino. Ieri pomeriggio durante un'escursione sul fiume Lao è caduta dal gommone sul quale viaggiava insieme ad altri quattro compagni di scuola, dopo che il mezzo ha urtato un masso

È stato trovato senza vita il corpo di Denise Galatà, la ragazza di 18 anni caduta nel fiume Lao durante una gita scolastica ieri pomeriggio nel territorio di Laino Borgo e Laino Castello. E’ stato rinvenuto in un tratto di fiume non distante dalla zona di Laino Castello dove ieri erano iniziate le ricerche dopo l’incidente che ha coinvolto il gommone sul quale la ragazza stava effettuando una discesa di Rafting con alcuni compagni di classe. Sono stati i Vigili del Fuoco arrivati dai distaccamenti di Cosenza, Crotone e Vibo Valentia a lavorare incessantemente dalle prime ore dell’alba per portare a termine le ricerche iniziate ieri nel disperato tentativo di trovarla ancora in vita.

Dalle prime ricostruzioni il corpo era incastrato in una zona di fiume. La studentessa di Rizziconi era arrivata sul pollino con la scuola di Polistena per effettuare una gita scolastica che prevedeva anche una esperienza di Rafting. In base alle informazioni acquisite dalla Procura della Repubblica di Castrovillari – che sull’accaduto ha aperto un’inchiesta per accertare eventuali responsabilità –  il gommone sul quale viaggiava insieme ad altri coetanei avrebbe urtato un masso. I ragazzi sarebbero caduti nel torrente e prontamente recuperati. Tutti tranne Denise. Dopo l’allarme lanciato da una guida, sono tempestivamente iniziate le ricerche. Pochi minuti fa il drammatico epilogo.

Visto

1033 Volte

DRAMMA SUL LAO

Ancora senza esito le ricerche di Denise Galatà: dispersa sul fiume Lao durante una discesa in gommone

Domani mattina gli operatori del Soccorso Alpino di Calabria e Basilicata, i Vigili del Fuoco, i Carabinieri riprenderanno fin dalle prime ore le ricerche lungo il corso d'acqua teatro dell'incidente che ha coinvolto la studentessa in gita con la propria scuola di Polistena.

Sono state sospese alle ore 23:00 le ricerche di Denise Galatà, la giovane studentessa di Cinquefrondi dispersa da oggi pomeriggio nelle acque del fiume Lao, dopo essere stata sbalzata fuori dal gomme sul quale effettuava una discesa di Rafting con guide esperte. Le operazioni di ricerca che da oggi pomeriggio hanno coinvolto il Soccorso Alpino e Speleologico di Calabria e Basilicata con gli specialisti del soccorso fluviale, i Carabinieri, i distaccamenti dei Vigili del Fuoco di Castrovillari e Rende, i Carabinieri forestali per ora hanno dato alcun esito. Ma riprenderanno domani alle prime luci dell’alba. 

La ragazza che frequenta l’istituto Rechichi di Polistena era in gita con la scolaresca sul Pollino. Intorno alle 15:40 l’allarme lanciato da una guida di Rafting che accompagnava il gruppo insieme ad un team di professionisti. Secondo una prima sommaria ricostruzione durante la discesa il gommone sul quale viaggiava avrebbe urtato le rocce del canyon facendo sobbalzare gli occupanti, che sono finiti in acqua. Subito sono stati recuperati dalle guide e messi in sicurezza, ma all’appello mancava la studentessa diciottenne che ancora risulta dispersa.

Le ricerche riprenderanno domani nel tratto di fiume che dalla zona attorno al Viadotto Italia scende verso il mare, anche con l’ausilio di elicotteri che anche nella giornata di oggi sono stati impiegati per trasferire i soccorritori sui luoghi più impervi del canion attraversato dal fiume Lao. In serata i 39 ragazzi (compresi gli insegnanti) che componevano la comitiva in gita sul Pollino sono stati trasferiti a Castrovillari presso la caserma che ospita la Compagnia Carabinieri dove sono stati ascoltati dal pm Simona Manera che segue il fascicolo di indagine aperto su questo incidente.

Ad accoglierli, per rifocillarli dopo una giornata di grande prova emotiva, c’erano i volontari dell’associazione di Protezione civile “Il Pellicano O.D.V.”  che hanno provveduto a ristorarli con del cibo e bevande calde. Anche le guide Rafting coinvolte nell’episodio sono arrivate a tarda ora presso la caserma Carabinieri di Castrovillari per essere ascoltati dagli inquirenti al fine di fare piena luce sull’accaduto. Sono ore di apprensione in tutta la valle del Mercure e il sindaco di Laino Borgo, Mariangelina Russo, per tutta la giornata ha seguito le ricerche rimanendo in contatto con la scolaresca e i docenti accompagnatori.

Visto

282 Volte

EDIZIONE NUMERO 24

Riparte con entusiasmo il Trofeo Rotary Sport Giovani

Protagonisti assoluti della giornata sono stati i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado castrovillaresi che si sono sfidati in un torneo di pallavolo.

Nei giorni scorsi nella palestra dell’ITIS “Fermi” di Castrovillari, è ripartito con grande entusiasmo il trofeo Rotary Sport Giovani giunto alla 24esima edizione.  Protagonisti assoluti della giornata sono stati i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado castrovillaresi che si sono sfidati in un torneo di pallavolo.
Sei le squadre scese in campo che, animate da un grande spirito di gioco, hanno saputo divertirsi e divertire gli spettatori con una sana e gioiosa rivalità. Soddisfatto il Presidente del Rotary Nicola Nicoletti, che ha fortemente voluto riprendere, dopo qualche anno di fermo, una manifestazione attesa da tutte le scuole e ricca di storia per il Rotary, che oggi più di ieri riveste un’importante valenza per i giovani, non solo per la necessità e il piacere di ritrovare momenti di aggregazione, ma anche per condividere insieme quel sano spirito agonistico, che insegna loro regole, senso di appartenenza e condivisione, insegnamenti, che appresi attraverso lo sport, si riflettono nella vita.

Vincitori del Trofeo Rotary i ragazzi dell’ITE “Pitagora” che hanno disputato un’avvincente finale con l’ITIS “Fermi”. Al termine delle partite è stato fatto un elogio ai ragazzi e alla manifestazione dal Dirigente Scolastico Raffaele Le Pera e dall’Assessore del Comune di Castrovillari Ernesto Bello. Il Presidente Nicoletti, dopo la consegna delle medaglie a tutti i partecipanti, ha rivolto un ringraziamento ai Dirigenti Scolastici e alle docenti di Scienze Motorie, che hanno provveduto al ritiro delle targhe per ogni scuola di appartenenza, per aver contribuito fattivamente alla riuscita della manifestazione. Una menzione particolare al Prof. Giacinto Pernisco per aver partecipato negli anni alla realizzazione delle numerose edizioni del Trofeo ed un ringraziamento per la disponibilità e il contributo agli sponsor Gelateria Capani e Banca Mediolanum, come sempre vicini ai giovani e allo sport.

Visto

318 Volte

CONSIGLIO COMUNALE

Il Teatro Vittoria intitolato a Giuseppe Maria Maradei

La IV commissione consiliare aveva già accolto favorevolmente la petizione illustrata dalla professoressa Donatella Laudadio, oggi l'assise comunale ha approvato all'unanimità la proposta

Il Teatro Vittoria sarà intitolato a Giuseppe Maria Maradei. Lo si è appreso oggi durante la sessione del Consiglio Comunale che ha votato all’unanimità la proposta pervenuta. Non poteva esserci scelta migliore hanno commentato i consiglieri comunali che a turno ne hanno apprezzato la proposta tracciando uno spaccato di quella che è stata la carriera del “maestro” Maradei. Un artista che si è sempre battuto per il bene della verità e per il bene di una città che oggi, finalmente, gli riconosce con questa intitolazione quanto sia stato importante il suo contributo culturale e artisitco iniziato proprio dal palcoscenico del teatro Vittoria. La IV commissione consiliare aveva già accolto favorevolmente la petizione illustrata dalla professoressa Donatella Laudadio che ne spiegava ragioni e motivazioni. La statura culturale, intellettuale, umana e nazionale dell’artista è stata ampliamente rimarcata dagli intervenuti che hanno condiviso questa scelta approvando all’unanimità la proposta e dandone immediata esecutività.

E come diceva il “maestro” …“Ognuno sceglie cielo ed orizzonte in cui spiccare il volo, ai corvi discariche e carogne,  alle aquile vette solitarie ed infinito”…

Visto

1320 Volte

RICERCHE ANCORA IN CORSO

Laino Borgo: si ribalta un gommone, ragazza dispersa nel fiume Lao

Una ragazza di Polistena era in gita scolastica con il suo Liceo e stavano praticando rafting lungo il corso del fiume. Sul posto operano i Vigili del Fuoco e le squadre del Soccorso Alpino Calabria

Era in gita con una scolaresca proveniente da Polistena , quando durante la discesa del fiume Lao, nel tratto compreso tra i comuni di Laino Borgo e Laino Castello, il gomme sul quale scendeva le rapide del corso d’acqua si è ribaltato – per cause in corso di accertamento – facendo finire tutti in acqua. Una ragazza di 19 anni, Denise, originaria di Cinquefrondi,  risulta al momento scomparsa. Appena dato l’allarme sono scattati subito tutti i protocolli di emergenza. La giovane faceva parte di un gruppo di quaranta persone (tra i 17 e i 20 anni) che era in gita nel Pollino tra le bellezze naturalistiche e culturali. Nella giornata di oggi la visita al fiume conosciuto per la pratica del Rafting.

Il fatto è accaduto nel tratto fluviale che scorre sotto il Viadotto Italia. Sul posto operano i Carabinieri, i Carabinieri forestali, i vigili del Fuoco e le squadre del Soccorso Alpino Calabria che ha attivato la stazione Pollino con tutti i suoi componenti. Gli interventi di soccorso vengono svolti anche con tre elicotteri: un Pegaso 50 dell’elisoccorso di cosenza, un AW139 Aeronautica e  un AB412 Vigili del fuoco da Salerno.

Denise era in gita scolastica con i compagni delle classi quarte e quinte del Liceo statale Rechichi di Polistena, accompagnate da alcuni docenti di educazione motoria scrive l’Ansa. “Siamo preoccupati e in ansia per i nostri ragazzi – ha detto Tonino Bongiovanni, vicepreside del liceo – siamo davanti al telefono sperando che squilli per darci la buona notizia. Non è la prima volta che la scuola organizza questo tipo di attività e non era mai accaduto nulla”.

Aggiornamento ore 21.40: Squadre dei vigili del fuoco del comando di Cosenza distaccamento di Castrovillari e Rende con supporto di personale Speleo Alpino Fluviale sono sul posto. Squadre Speleo Alpino Fluviali dei vigili del fuoco stanno perlustrando con due gommoni il tratto del fiume percorso dai ragazzi mentre squadre di terra hanno raggiunto il rimanente gruppo della comitiva che era rimasta bloccata sulla riva del fiume. L’evacuazione dei ragazzi è avvenuta grazie ai tecnici del CNSAS Calabria e Basilicata in collaborazione con i Vigili del Fuoco e i Carabinieri. Quest’ultimi stanno procedendo ad accompagnare i ragazzi al luogo di partenza a Laino Borgo per poi trasferirli presso la Compagnia dei Carabinieri di Castrovillari dove il magistrato di turno dovrà ascoltare la versione dei fatti di coloro i quali erano a bordo del gommone interessato all’incidente.

 

l’evacuazione dei ragazzi  è stata effettuata dai tecnici del CNSAS Calabria e Basilicata in collaborazione con i Vigili del Fuoco e i Carabinieri

 

 

Visto

592 Volte

INIZIATIVA DEI LIONS

Una targa per testimoniare l’importanza della Galleria d’Arte “Il Coscile”

Un luogo storico, epicentro socioculturale e artistico per il territorio da oltre 50 anni grazie all'operato di Mimmo Sancineto e sua moglie Isa

Una targa per testimoniare l’importante ruolo socioculturale che la Galleria d’Arte “Il Coscile” ha avuto in tutti questi anni. E’ l’omaggio che i Lions Club di Castrovillari hanno voluto fare a questa realtà del territorio domenica scorsa. Un gesto di riconoscenza verso chi, come Mimmo Sancineto e sua moglie Isa, hanno fatto in tutti questi anni di attività. Era il lontano 1969 quando nacque nel centro di Castrovillari la Galleria d’Arte. Un luogo ormai storico, diventato nel tempo epicentro culturale a 360° che ha fatto vivere e proposto momenti di vita artistica ad intere generazioni. Mimmo Sancineto è pittore, scultore, giornalista ed editore illuminato. L’editrice “Il Coscile”, nata negli anni 80’ è espressione della Galleria d’Arte è punto di riferimento per le valenze culturali, etniche, linguistiche, storiche, letterarie, artistiche e ambientali del territorio. Ad intervenire durante la giornata, coordinati dal socio Lions Paolo Baratta, il Sindaco di Castrovillari Mimmo Lo Polito, il Presidente dei Lions Saverio Spina, la professoressa Donatella Laudadio e lo storico Gianluigi Trombetti. Tutti nei loro interventi hanno evidenziato l’importanza di questa Galleria dal punto di vista culturale e artistico che ha ed ha avuto per il territorio ed il ruolo fondamentale e la tenacia che hanno caratterizzato l’operato di Mimmo Sancineto in tutti questi anni. Un plauso ai Lions che hanno avuto questa idea di testimonianza e di affetto verso una storica realtà cittadina è stato esternato dalgi intervenuti.

Ma ora bisogna iniziare a guardare anche al futuro di questa Galleria. “Fino a quando Dio vorrà non la chiuderò” ha affermato Mimmo Sancineto ma è chiaro che bisogna iniziare a pensare a tutelare e preservare quanto fatto fino ad ora. “Per fortuna ci sono dei giovani che si guardano intorno e capiscono l’importanza che questo luogo ha avuto per oltre 50 anni” ha dichiarato ancora Sancineto a cui gli fa eco il primo cittadino: “Questa targa sarà qui a testimoniare che la città, attraverso i Lions, sono grati a Mimmo e sua moglie Isa ed i suoi collaboratori per quello che hanno fatto per Castrovillari. Mi auguro che ci sarà qualcuno in grado di portare avanti quanto fatto da loro. La vera ricchezza di questa cittadina sono le tante associazioni, la presenza di un liceo Artistico e tanti giovani appassionati di pittura e giornalismo. Perché non pensare allora ad una cooperativa che possa portare avanti il lavoro svolto in tanti decenni in questo scrigno di cultura cittadina”. Potrebbe essere una idea.

Visto

982 Volte

MORTE SUL LAVORO

Rocca Imperiale: operaio morto schiacciato dal crollo di un muro di contenimento

L'uomo di 39 anni è deceduta sul colpo. Il cantiere è stato posto sotto sequestro, sul posto stanno operando i Vigili del Fuoco dei distaccamenti di Castrovillari e Trebisacce

Ancora una morte sul lavoro. A rimanere coinvolto da un incidente in un cantiere nel comune di Rocca Imperiale è un operaio di 39 anni. Rimasto travolto e ucciso dal crollo di un muro di contenimento. Sono le 10:46 quando il personale dei Vigili del Fuoco dei distaccamenti di Castrovillari e volontari di Trebisacce vengono allertati per la tragedia.

Sul posto arrivano anche i Carabinieri e il personale sanitario del Suem 118. Ma per il giovane operaio non c’è nulla da fare. E’ rimasto schiacciato dal peso del materiale scivolato giù per cause in corso di accertamento. Al momento il cantiere è stato posto sotto sequestro e il personale dei Vigili del Fuoco sta procedendo al recupero della salma, previa autorizzazione del magistrato.

Visto

889 Volte

L'INDAGINE

Affiliati alla ndrangheta reggina e crotonese arrestati per narcotraffico in diverse regioni

L'operazione è stata condotta dalla Guardia di finanza di Bologna ed ha permesso di evidenziare il coinvolgimento di una fitta rete di persone di nazionalità cinese dedite al riciclaggio degli ingenti proventi illeciti

Sin dalle prime ore di stamane, oltre 160 militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bologna, dello S.C.I.C.O. e di altri Reparti del Corpo, stanno dando esecuzione a 41 ordinanze di custodia cautelare, adottate dal G.I.P. del Tribunale felsineo, in Emilia Romagna, Lombardia, Toscana, Lazio, Puglia, Basilicata e Calabria, nei confronti di appartenenti ad una associazione a delinquere, composta da italiani affiliati o contigui alla ‘Ndrangheta reggina e crotonese e dedita al traffico internazionale di stupefacenti.

Le complesse indagini, durate oltre due anni dirette dalla D.D.A. di Bologna e coordinate dalla Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo alla luce di convergenze emerse con altri filoni investigativi delle Procure della Repubblica di Firenze, Potenza e Trento, hanno altresì permesso di riscontrare il coinvolgimento di una fitta rete di soggetti di nazionalità cinese dediti, professionalmente e con carattere di sistematicità, al riciclaggio degli ingenti proventi illeciti accumulati dal sodalizio criminale.

I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà oggi 30 maggio 2023, con inizio alle 10:00, presso la sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bologna, via Argia Magazzari, n. 9, alla quale parteciperà, tra gli altri, un rappresentante della Homeland Security Investigations (HSI) presso l’Ambasciata statunitense a Roma.