13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

911 Volte

LA RICONFERMA

Giuseppino Santoianni riconfermato alla giuda dell’Associazione Italiana Coltivatori

Durante il decimo congresso nazionale dell’Associazione Italiana Coltivatori i delegati di tutta Italia hanno riconfermato il presidente di origine lungrese. Santoianni: iscritti cresciuti dell'80%. Presenti in tutte le province del Paese

Oltre 500mila iscritti e una presenza capillare in 82 province d’Italia, con il 35% in più di sedi rispetto all’ultimo congresso e, soprattutto, per la prima volta dalla costituzione dell’Associazione Italiana Coltivatori nel 1969 «non c’è nessuna regione di questo paese dove non ci sia almeno un nostro ufficio». E’ la dota di risultati che il presidente di Aic, Giuseppino Santoianni, porta in dote al X Congresso nazionale davanti all’assemblea dei 500 delegati che a Roma, dopo la due giorni sul tema “Agricoltori per scelta. Ri-generiamo il futuro” lo ha rieletto all’unanimità presidente nazionale.

«In questi anni – ha ricordato il presidente – è stato fatto molto. Gli iscritti ad AIC sono aumentati dell’85% e sono ora 500mila». Risultati che testimoniano un lavoro capillare da 50 anni a questa parte per la difesa degli agricoltori, dei diritti di chi lavora la terra, ma soprattutto di impegno con i patronati a servizio dei cittadini.

Un congresso quello romano celebrato presso l’Auditorium Antonianum e coordinato, nella fase della prima giornata di lavori dal vice direttore di La7 Andrea Pancani, che ha visto intervenire in presenza il Sottosegretario all’Agricoltura Luigi D’Eramo, il sottosegretario del Mef Sandra Savino, l’assessore all’Ambiente e agricoltura di Roma Capitale, Sabrina Alfonsi, e ancora Guang Defu Ambasciatore della Repubblica popolare cinese presso la FAO, Camilla Laureti parlamentare Europea e responsabile politiche agricole del Pd, Maurizio Lupi presidente Noi con l’Italia e tanti altri ospiti istituzionali e associazioni di categoria.

«Grazie per l’affetto e la stima che mi avete sempre dimostrato in questi anni. Io continuerò insieme a tutti i collaboratori, i dipendenti e i presidenti delle altre sigle promosse dall’AIC a fare un lavoro di squadra perché la nostra associazione possa continuare a crescere».

A conclusione delle modifiche statutarie approvate dall’assemblea nazionale, Santoianni ha sottolineato che «la più importante delle novità è la nascita di AIC Giovani con la quale vogliamo impegnarci a concretizzare quanto abbiamo affermato in questi giorni: bisogna aprire la strada ai giovani in agricoltura, coinvolgerli e rafforzare le aziende esistenti».

Nel report sull’Agricoltura, presentato a Roma dal direttore editoriale di Openpolis Vincenzo Smaldore, si è evidenziato come ad oggi solo 13,5% delle imprese è guidato da un under 45, dato che scende addirittura al 3,6% per le giovani donne (a fronte di una media Ue del 5,7%). «È chiaro che c’è molto da lavorare per far salire questi numeri – ha affermato Giuseppino Santoianni – anche a fronte del fatto che a livello globale saranno 9,7 miliardi le persone da sfamare entro il 2050 e sarà necessario aumentare la produzione alimentare del 50% per soddisfare la domanda crescente. Puntiamo sui giovani anche perché hanno a cuore la sostenibilità e adottano le nuove tecnologie che ci aiutano a dare linfa vitale al motto del nostro congresso: rigenerare il futuro».

Potrebbe interessarti

di Vincenzo Alvaro

Servizi Video

18 Maggio 2024 - 16:47
Attualità

Nasce la fondazione Talea: per far crescere nuovi talenti

4 Maggio 2024 - 18:18
Attualità

San Basile: il presidente albanese Begaj svela il monumento dedicato a Skanderbeg

30 Aprile 2024 - 17:26
Attualità

Mattarella a Castrovillari: le voci del territorio

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano