13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

1171 Volte

LA DECISIONE DEI GIUDICI

Duplice omicidio Scorza – Hendli: respinta la richiesta di arresto per i due vigili urbani di Castrovillari

Il Tribunale della Libertà ha respinto l’appello della Dda contro gli agenti della Polizia Municipale che erano stati coinvolti per non aver segnalato la presenza della vettura con i cadaveri delle vittime abbandonata in zona Cammarata

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha respinto la richiesta avanzata dalla Dda di Catanzaro in merito all’arresto di due vigili urbani di Castrovillari accusati di frode processuale penale, depistaggio e favoreggiamento nella vicenda del duplice omicidio Scorza-Hendhli. Le accuse contestate loro dal procuratore aggiunto Giancarlo Novelli e dal pm antimafia Alessandro Riello andavano in questa direzione: secondo i magistrati i due agenti di polizia locale (un uomo e una donna) erano ritenuti responsabili di non aver segnalato la presenza della Mercedes con i vetri rotti in contrada Gammellone dove all’interno furono ritrovati i corpi di Maurizio Scorza e Hanene Hendhli. Per gli inquirenti, i due, (difesi dall’avvocato Roberto Laghi del foro di Castrovillari), avrebbero percorso la stessa strada degli assassini di Maurizio Scorza e Hanene Hedlhi detta Elena, seppur in direzioni opposte. Per questa vicenda hanno rischiato entrambi di finire in carcere, indagati per favoreggiamento e depistaggio aggravati dalle finalità mafiose. Accusa pesante che gli indagati hanno respinto da subito limitandosi ad affermare di non aver notato il veicolo posto sul ciglio della strada in quel giorno segnato dall’uccisione di Scorza e la sua compagna.

Potrebbe interessarti

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati