11:39

PROGETTO DI COMUNICAZIONE Morano Calabro, piccoli giornalisti per un giorno

18:36

INTERVENTO DELLA POLIZA PENITENZIARIA Castrovillari, detenuto appicca fuoco in cella

13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

23:14

DETENUTA NEL CARCERE DI CASTROVILLARI Il Consigliere Laghi ritorna a far visita a Maysoon Majidi

Visto

199 Volte

EDITORIA

“L’ultimo Re”. Il romanzo di Attilio Sabato presentato a Castrovillari

Il libro è inserito nel ricco programma del Festival Ricorrente dei lettori. Ad aprire la serata , tenutasi presso la sala consiliare e moderata da Pasquale Pandolfi l’intervento di Giovanni Bisignani, direttore unità di Cardiologia di Castrovillari a cui è seguito quello di Angela Lo Passo, segretaria dell’Accademia Pollineana.

“E’ un racconto non un libro di politica”. Lo ha precisato subito Attilio Sabato, direttore responsabile di Teleuropa Network, durante la presentazione a Castrovillari del suo libro, “L’ultimo Re”, presentazione inserita nel programma del Festival Ricorrente dei lettori. Ad aprire la serata , tenutasi presso la sala consiliare e moderata da Pasquale Pandolfi l’intervento di Giovanni Bisignani, direttore unità di Cardiologia di Castrovillari a cui è seguito quello di Angela Lo Passo, segretaria dell’Accademia Pollineana. I saluti dell’amministrazione comunale affiati all’Assessore Pasquale Pace.

Il romanzo descrive le gesta di “don Pepè”, immaginario sindaco di un paesino che viene minuziosamente descritto, raccontato ed analizzato da Sabato. Non vi è alcuna allusione a personaggi politici calabresi, molti dei quali sono stati oggetto di studio e racconto nella vita professionale del Direttore di TEN, ma certamente le figure descritte nel romanzo possono dar vita a ricordi e personaggi che qualsiasi lettore può aver incontrato nel quotidiano. Uno spaccato di vita calabrese dove il Sindaco è afflitto da quel potere immenso esercitato nel suo “territorio amministrativo” diventando come spesso accade nella realtà  punto di riferimento unico per la sua  comunità. E’ certamente la realtà dei piccoli paesi calabresi dove “nella loro solitudine” operano questi personaggi che condizionano la vita politica cittadina e per alcuni tratti anche quella socio/familiare.

Per certi versi il libro di Sabato è “un giallo di politica pragmatica” che può anche lasciarti con il fiato sospeso, fatto di personaggi particolarmente studiati i cui nomi ne tracciano già il peso all’interno della comunità. Se si “chiama tre lire ci sarà un perché. I nomi valgono la cifra del personaggio” afferma Sabato nel suo intervento descrivendone uno dei tanti. Don Pepè è un potere che incontriamo ovunque, un punto di riferimento nella comunità che vive anche vicende tragicomiche.

Oggi ci sarebbe bisogno di una “gestione politica lineare” che darebbe la possibilità al cittadino di sognare un modo di vivere diverso. Ed invece ecco il potere del Sindaco descritto da Attilio Sabato. Un uomo che ha un solo obiettivo, quello di governare il più possibile, mettendo da parte sentimenti e valori affettivi. Lo scrittore descrive con maestria nei dettagli l’uomo di potere la cui paura di pensare di diventare uno dei tanti lo rende malinconico ed a tratti triste e il suo livore si manifesta ancor di più verso il prossimo che potrebbe diventare il suo nuovo nemico. L’arte di conquistare e gestire il potere viene descritta da Sabato in modo semplice, chiaro e lineare. Un potere, precisa Attilio Sabato, che quotidianamente diventa oggetto del desiderio e tema fondamentale della nostra vita sociale, politica e culturale.  Ma ricordate “sarò sempre il vostro re e voi i miei sudditi. In molti proveranno a sostituirmi, ma nessuno mai potrà essere come me. Io resterò per sempre l’ultimo Re”.

Potrebbe interessarti

di Michele Martinisi

Servizi Video

18 Maggio 2024 - 16:47
Attualità

Nasce la fondazione Talea: per far crescere nuovi talenti

4 Maggio 2024 - 18:18
Attualità

San Basile: il presidente albanese Begaj svela il monumento dedicato a Skanderbeg

30 Aprile 2024 - 17:26
Attualità

Mattarella a Castrovillari: le voci del territorio

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano