13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

607 Volte

SCREENING E PREVENZIONE

Diagnostica e chirurgia della tiroide e delle paratiroidi: Altomonte ospita importante convegno divulgativo

Venerdì nel salone Razzetti si ritroveranno specialisti del settore per approfondire le conseguenze della patologia e incrementare l'attenzione della popolazione sulle attività di prevenzione

Venerdì 5 maggio – alle ore 18:00 – nel salone Razetti del complesso monastico che fu dei Padri Domenicani, si terrà un convegno su “Presente e futuro della diagnostica e della chirurgia della tiroide e delle paratiroidi”. Il Convegno rappresenta un momento importate di divulgazione delle problematiche connesse alla funzionalità della tiroide allo scopo di incrementare l’attenzione della popolazione sull’attività di prevenzione delle collegate malattie, non solo con riguardo all’ipotiroidismo ma, soprattutto, alle gravi patologie che possono colpire i soggetti definiti a rischio.

Va ricordato, per connessione, che la sezione “Gozzo endemico e Iodoprofilassi” dell’Osservatorio Epidemiologico della Regione Calabria (OER) – istituita con legge regionale n. 755/2003 e ubicata presso il Centro Sanitario dell’Università della Calabria – rappresenta una sorveglianza su scala regionale del programma di profilassi dello iodio perché la sua mancanza è la principale causa d’ipotiroidismo. La tiroide ha bisogno di iodio per formare gli ormoni tiroidei, le cui principali fonti in natura sono cibi che consumiamo quotidianamente (sale marino, uova, cereali, latte ecc.). Le paratiroidi – o ghiandole paratiroidee – assicurano la produzione e la secrezione endocrina (cioè interna) dell’ormone paratiroideo o paratormone, un particolare ormone indispensabile nella regolazione del metabolismo dei minerali – in particolare del calcio e del fosforo – all’interno dell’organismo.

Il programma del simposio divulgativo – che dalle ore 16:00 alle ore 18:00 prevede anche lo screening ecografico gratuito per 15 cittadini – sarà avviato dai saluti istituzionali del sindaco, Gianpietro Coppola e dell’assessore alla sanità e ai servizi sociali, Emilia Romeo.  Il convegno, curato dal professor Giovanni Docimo – responsabile di chirurgia tiroidea, professore associato di chirurgia generale presso l’Università “Vanvitelli” della Campania e presidente della Società Italiana Unitaria di Endocrino chirurgia – prevede la relazione del dottor Roberto Romano, specialista in Endocrinologia e Medicina interna su “Indicazioni della chirurgia della tiroide”. Seguirà la relazione su “Ago aspirato (FNAB): come e quando farlo”.

 

Potrebbe interessarti

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati