13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

517 Volte

FORMAZIONE AL SERVIZIO

Avo: concluso il corso di formazione per gli aspiranti volontari

Cinque gli incontri che hanno permesso alla storica associazione che fa servizio nelle corsie dei reparti ospedalieri di preparare le nuove leve al tirocinio con l'affiancamento di tutor

Continua incessante il servizio dell’Avo (associazione volontari ospedalieri) presso la struttura dello Spoke di Castrovillari, avendo come fine la promozione della cultura del volontariato sanitario. Da pochi giorni si è concluso il XXIII corso di formazione dedicato agli aspiranti volontari che il sodalizio castrovillarese forma con tanta cura per sensibilizzare verso ogni forma di fragilità che si può incontrare nelle corsie dei reparti ospedalieri dove si svolge il servizio di vicinanza e compagnia ai malati.

Il corso base, per un totale di cinque moduli formativi, è servito per trasferire agli aspiranti avolini le nozioni fondamentali per stare accanto alle persone fragili, unitamente alla conoscenza dei valori e della cultura dell’associazione. A seguirlo sono stati sia le nuove leve che si preparano ad entrare in associazione e sia i soci che avevano interrotto il servizio durante il periodo pandemico. Vari gli argomenti trattati da relatori esperti e competenti che hanno illustrato dal punto di vista organizzativo, etico e motivazionale ciò che l’Avo significa.

Tutti i temi hanno messo in luce quali sono i doveri principali del volontario, le regole deontologiche da seguire, la relazione di aiuto che si deve saper costruire nell’interazione con il malato, le caratteristiche del servizio che deve essere svolto nel rispetto delle norme di igiene richieste. Si è dato molto risalto alle qualità che il volontario deve possedere, alle sue specificità che sono la presenza e l’ascolto, all’atteggiamento che deve essere remissivo, docile, rispettoso e soprattutto umile. Si è sottolineato in maniera particolare che il volontario deve essere qualificato in quanto la sua presenza è un valore aggiunto all’interno delle strutture ospedaliere e territoriali.

L’ultima fase di preparazione sarà il colloquio conoscitivo e poi il tirocinio con l’affiancamento di un tutor che porterà all’ammissione al servizio effettivo dei nuovi volontari.

Potrebbe interessarti

Servizi Video

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati

7 Febbraio 2024 - 17:20
Cultura

Nasce Pi.Ca.Lab. il primo museo didattico ospitato in una scuola