22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

71 Volte

TRAGEDIA SUL FIUME

Padova: auto finisce in un canale, poliziotto eroe si tuffa e sparisce nell’acqua

Risultano dispersi il conducente dell'auto e l'agente che non ha esitato ad intervenire mentre faceva jogging lungo la sponda dell'Adige. Le ricerche sono proseguite fino a tarda sera

Sono proseguite senza sosta fino alla tarda serata di oggi, 3 marzo, le ricerche di due persone disperse nelle acque dell’Adige, lungo il canale artificiale Gorzone, che bagna Anguillara Veneta e fa da confine naturale fra le province di Padova e Rovigo. Si tratta del conducente di un’auto finita nel corso d’acqua nel pomeriggio e del suo soccorritore, il poliziotto della Squadra anti-crimine di Padova Domenico Zorzino, 48 anni, che si trovava sull’argine intento a fare jogging. Intorno alle 17 l’agente ha allertato i vigili del fuoco riferendo di aver visto una autovettura uscire di strada all’incrocio fa via Ca’ Matte e via Cannaregio per poi inabissarsi rapidamente nel canale sottostante.

Il tentativo di salvataggio

I pompieri sono intervenuti immediatamente – da Piove di Sacco, da Rovigo e da Venezia – arrivando sul posto con un’autogru, la squadra di sommozzatori e un elicottero per perlustrare l’intera area dall’alto. Sulla riva del fiume, i vigili del fuoco hanno trovato gli effetti personali del poliziotto, che dopo aver chiamato i soccorsi, si sarebbe tuffato nelle acque gelate per tentare di estrarre il corpo dell’uomo rimasto incastrato nell’abitacolo che stava sprofondando. Azione di salvataggio che sarebbe riuscita dal momento che nel veicolo poi recuperato dai pompieri non sono stati trovati corpi, ma non avrebbe avuto la forza o il tempo di trascinarlo fino alla riva. I corpi delle due vittime al momento non era stati ancora ritrovati, probabilmente trascinati lontano dalle correnti. Fra gli oggetti rinvenuti a riva, anche il telefono cellulare da cui si suppone sia partita la richiesta di aiuto, quello stesso numero che i vigili del fuoco avevano provato a richiamare, probabilmente proprio per far desistere Zorzino dal compiere un gesto tanto altruista quanto pericoloso.

L’ipotesi di ipotermia

Il Gorzone – soprattutto in quella zona – ha infatti delle acque che potrebbero aver causato a lui e alla seconda vittima, Valerio Buoso, una rapida ipotermia e che sono già state il teatro di altre tre morti, tutte in circostanze analoghe. Il 26 gennaio scorso, il ventisettenne tunisino Mahmoud Benyoussef era stato riportato a riva esanime, ancora al volante delle Citroen C3 con cui era affondato nel canale lungo via Borgo, in località Borgo Forte. Sempre a causa di un’uscita di strada autonoma avevano perso la vita il 10 agosto scorso Anita Bertazzo e la figlia Pamela Breseghello, di 75 e 48 anni. Anche allora, le acque del Gorzone avevano ingoiato l’auto su cui viaggiavano in pochi minuti, sotto lo sguardo impotente di un passante che aveva allertato i vigili del fuoco. I loro corpi vennero recuperati solo dopo diverse ore.

Potrebbe interessarti

di Domenico Fortunato

di Vincenzo Alvaro

Servizi Video

12 Ottobre 2023 - 22:53
Attualità

Lions Castrovillari: si insedia il nuovo presidente del club, Filomena Ferrari

4 Giugno 2023 - 23:59
Sport

Marathon degli Aragonesi 2023: vince Emanuele Spica

1 Giugno 2023 - 15:18
Cronaca

Dramma sul Pollino: Denise Galatà muore durante discesa di rafting

29 Maggio 2023 - 16:16
Cultura

Primavera dei Teatri: partita la 23esima edizione del festival