13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

277 Volte

PRIMO MAGGIO

Il maltempo non ferma Sybarisuona: una vera festa di comunità tra musica e cultura

Il parco archeologico ed il museo hanno accolto l'evento che prevedeva visite guidate, musica dal vivo e pic nic con i prodotti enogastronomici promossi da Catasta Pollino.

La pioggia che ieri ha segnato la giornata del Primo Maggio non ha fermato guide, ristoratori e musicisti che hanno condotto in porto il programma di Sybarisuona. «Ci dispiace immensamente – ha commentato a caldo il direttore Filippo Demma – che Giove proprio ieri abbia voluto esercitare le sue prerogative di divinità della pioggia, dei tuoni e dei fulmini creando diversi problemi non all’organizzazione ma allo svolgimento delle iniziative». La giornata è iniziata regolarmente alle dieci quando è partito il primo dei cinque gruppi che, fino alle diciassette, hanno percorso in lungo e in largo accompagnati dalle guide il Museo nazionale archeologico della Sibaritide e armati di ombrellino il Parco del Cavallo. L’organizzazione ha funzionato alla perfezione: le visite guidate sono state tutte completate, tantissimi hanno scelto di pranzare allo stand di prodotti enogastronomici locali organizzato da Catasta Pollino e il concerto si è tenuto, chiaramente in forma molto ridotta vista la pioggia, nell’area attrezzata coperta del Parco archeologico.

«Siamo qui al lavoro – ha spiegato il direttore Filippo Demma – per far rivivere a pieno il mito dell’antica Sybaris e dell’impero di Sibari per riportarlo ai fasti di quando qui nacque la culla della civiltà Magnogreca che diede origine a tutto il fluire della Storia europea (e non solo). Ci stiamo lavorando: i numeri sono in crescita, si sente parlare sempre più di Sibari e della Sibaritide, ma contro il meteo, purtroppo, non possiamo fare nulla. Pioggia ne abbiamo avuta abbastanza, fortuna poca… ma bellezza tantissima! Il Primo Maggio – Sybarisuona è stata una vera festa di comunità. Di questo lavoro ci permettiamo di essere orgogliosi, della fantastica risposta del nostro pubblico siamo ammirati».

Tantissimi, infatti, avevano prenotato e non hanno potuto partecipare a causa del maltempo ma lo show è andato avanti lo stesso. A scaldare il pubblico è stato il dj set di Hugolini seguito da Massimo Garritano, Le ragazze del paese accanto, Luca Ciarla, Roberta Carrieri e, infine, Peppe Voltarelli. Un mix di suoni, linguaggi e culture per un evento unico nel suo genere perché il senso di questa giornata è stato proprio quello di riscoprire Sibari (e il Mediterraneo) come luogo di incontro di popoli e culture per riaccogliere a casa quelle genti che popolano tutta l’Italia ma che hanno qui le loro origini. «E noi siamo qui ad aspettarvi – ha rimarcato in chiusura il Direttore Demma – ringrazio i dipendenti del Parco archeologico di Sibari per aver permesso tutto questo nonostante non fossero tenuti per questioni burocratiche. Ieri è stata davvero la festa dei lavoratori, dei miei ragazzi che hanno staccato i biglietti e tengono aperte le aree, dei colleghi e dei tecnici di Ales Spa che sono stati qui, ci hanno consentono di festeggiare e hanno ballato con noi. Ringrazio anche l’amministrazione comunale di Cassano All’Ionio e il sindaco Giovanni Papasso per aver collaborato con noi fornendoci il servizio di navetta gratuita e l’aiuto della Polizia Locale che ha regolato in entrata e in uscita sulla Strada Statale 106 dei mezzi arrivati all’area archeologica per visite e concerti. È solo il preludio a tante altre iniziative». Si ricorda che l’evento è stato organizzato dal Parco archeologico di Sibari in collaborazione con Sud Studio Digital Sound e con la partecipazione di Catasta Pollino.

Potrebbe interessarti

di Redazione

Servizi Video

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati

7 Febbraio 2024 - 17:20
Cultura

Nasce Pi.Ca.Lab. il primo museo didattico ospitato in una scuola