13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

13:15

PRESENTATO IL PROGRAMMA Tutto pronto per il Pollicino Book Fest

22:07

POESIA POPOLARE CONTAMINATA DAI RITMI MODERNI Musica e Teatro in ricordo di Luigi Russo

Visto

324 Volte

LA RASSEGNA TEATRALE

Altomonte: proseguono gli appuntamenti del festival teatrale delle scuole

Scuole di tutto il sud Italia si confrontano sul palcoscenico dell'anfiteatro della cittadina calabrese

Saranno i giovani della Compagnia Stabile e gli studenti della Scuola di Teatro “Crescere insieme oltre il teatro”, dell’APS e ASD (Associazione di Promozione Sociale) e (Associazione Sportiva Dilettantistica) di Mercato San Severino (SA) ad andare in scena, stasera alle 21:00 al Festival Teatro Scuola in corso nella cittadina della Valle dell’Esaro con lo spettacolo “Oltre lo specchio”. L’opera – per la regìa di Clotilde Grisolia (originaria di Castrovillari), supportata dall’Aiuto Agostino Genito; con la direzione artistica di Alfonsina Della Rocca; scenografie di Francesca Marena e disegno e luci di Enrico Landi – è ispirata al celebre romanzo “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie” ed è un medley di musiche; canzoni e monologhi di Giorgio Gaber.

Interpreti dello spettacolo – che in caso di maltempo si terrà nel Salone “Razetti” del complesso medioevale che ospita il Museo Civico – saranno, come da cartellone: Vincenzo Frivoli; Ida Pergamo; Anna Ansalone; Cristiana Comanzo; Fiorella Guarino; Sara Spinelli; Maria Carmela Salvati; Francesca Iannone; Mario Ianora; Francesco Gaudiero; Chiara Romano; Paola Follo; Enza Oliva; Annalaura Citarella; Antonio Iannone; Franco Spinelli e Diego Iannone.
Il testo di Alice è utilizzato dalla scuola di teatro di Mercato San Severino per mostrare al pubblico il teatro-canzone di Gaber e suscitare nello spettatore un’analisi introspettiva, ossia un viaggio – tra gag comiche e riflessioni – oltre ciò che ci mostra lo specchio. Un viaggio che include anche adolescenti con problematiche varie e che attraverso la creatività e i diversi linguaggi artistici (teatrali, musicali e vocali) superano ostacoli e barriere per portare momenti di riflessione ma anche di gioia ed euforia.

Ieri sera, al Festival altomontese, è andato in scena il dramma “Il sorriso spezzato” interpretato dagli alunni del plesso di Carlopoli dell’Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” di Soveria Mannelli (CZ). Lo spettacolo, su testo di Corrado Plastica, ha raccontato – in quattro scene – la vicenda di Gianluca Congiusta, giovane commerciante di Siderno (RC) ucciso, il 24 maggio del 2005, all’età di 32 anni, per avere resistito alle richieste della ‘ndrangheta del luogo.
Con la regìa dello stesso Plastino e di Cinzia Fiorenza; musiche di Ilaria Spina e voci di Adele Cardamone e Amy Mastroianni, gli studenti di Carlopoli dell’Istituto “Rodari” di Soveria Mannelli hanno dato vita al percorso umano del giovane Congiusta attraverso il racconto della sorella Roberta e del padre Mario, ma anche dello stesso Gianluca che, non visibile al mondo dei vivi, ha raccontato malefatte di delinquenti e malavitosi che, con i loro crimini, costringono i giovani calabresi ad abbandonare la loro terra d’origine.

La messinscena ha ricordato i tanti servitori dello Stato caduti sotto i colpi della ‘ndrangheta e della mafia e invitato a non farsi vincere dall’indifferenza, ma a reagire per impossessarsi della propria terra attraverso una quotidiana difesa della propria libertà, imprescindibile valore in una società civile e democratica.

Potrebbe interessarti

PRESENTATO IL PROGRAMMA

Tutto pronto per il Pollicino Book Fest

di Redazione

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati