17:08

MARA PARISI VINCE TRA LE DONNE Antonio Vigoroso vince la Marathon degli Aragonesi

11:39

PROGETTO DI COMUNICAZIONE Morano Calabro, piccoli giornalisti per un giorno

18:36

INTERVENTO DELLA POLIZA PENITENZIARIA Castrovillari, detenuto appicca fuoco in cella

13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

289 Volte

FESTIVAL TEATRO SCUOLA

Altomonte: dopo i musical stasera in scena la tragedia greca di Antismene

Prosegue nel salone Razetti la rassegna di teatro scuola, segnata dalle piogge di questi giorni che rendono impossibile utilizzare il consueto spazio dell'anfiteatro all'aperto

Nel Salone “Razetti”, del complesso monastico contiguo alla monumentale Santa Maria della Consolazione, il XXIV Festival Teatro Scuola ospita in scena – stasera alle 21:00 – il dramma Antismene (dall’Antigone e Ismene di Sofocle, ma nell’adattamento teatrale di Jean Anouilh) rivisitato degli studenti della prima e seconda classe della sezione C, dell’indirizzo di Scienze Umane del Liceo Statale “Emilio Ainis” di Messina. Nelle note al percorso didattico che ha portato alla scrittura drammaturgica dell’opera sofoclea attualizzata da Jean Anouilh (che utilizza il dramma greco per contestare la Francia collaborazionista con i nazisti) gli studenti evidenziano (attraverso la trasposizione teatrale della storia delle due sorelle, Ismene e Antigone) la loro lettura critica (“Ismene” diventa “Antismene” in cui il prefisso dal greco antì è usato come “contro”, o meglio, “in contrasto”) trasferendo la loro analisi della tragedia greca alla nostra società che ancora fatica a liberarsi dalla violenza e che trova una miriade di giustificazioni ai tanti comportamenti di malcostume e prevaricazione.

Ieri sera – sempre nel Salone “Razetti”, al riparo dalla pioggia che per tutta la giornata ha dominato la scena impedendo di accedere all’anfiteatro comunale – il festival ha offerto lo spettacolo degli studenti del Liceo Scientifico “Alessandro Volta” di Reggio Calabria che si sono esibiti in “Footloose (i’m free)” – letteralmente “sciolto (sono libero)” – un musical tratto dal celebre film del 1984 “Footloose” dello statunitense Herbert David Ross. L’apprezzata esibizione ha consentito di cogliere il positivo percorso didattico dei giovani liceali che nel confronto con la trama teatrale hanno dato prova delle competenze comunicative acquisite attraverso l’uso dei diversi linguaggi esplorati: dalla drammaturgia alla recitazione; dalla musica al canto e alla danza.

Lo spettacolo – nel libero adattamento del film cult “Footloose” e il concorso di alcune canzoni tratte dall’omonimo musical del 1998 di D. Pitchford e W. Bobbie – ha mostrato il mondo degli adolescenti e denunciato i pericoli degli eccessi e delle dipendenze da alcool o droghe di cui spesso gli stessi giovani sono vittime.
Le problematiche del mondo adolescenziale sono state trattate sul filo di una storia d’amore, e di amicizia, ma anche di ribellione a una comunità di adulti inflessibile (spesso bigotta, pignola e zelante); una storia segnata da esperienze terribilmente dolorose, ma vissuta con la voglia di credere nel proprio futuro superando i preconcetti e divertendosi al ritmo di balli indimenticabili, perché “questo è il nostro tempo per ballare!”

Un medley di emozioni suscitate anche negli adulti e negli spettatori che sono stati invitati a riflettere sulle motivazioni che determinano gli atteggiamenti di ribellione dei giovani mettendosi in discussione nel proprio ruolo di genitore o di insegnante interrogandosi su cosa si è riusciti a trasmettere ai giovani, senza etichettarli come “superficiali” o “incoscienti”, ma imparando ad ascoltarli con responsabilità e rispetto. Domani sera, sempre alle 21:00, il Festival proporrà la Scuola di Teatro “La Traccia” di Missaglia (Lecco) nello spettacolo “Alice, chi essere tu?” che in caso di tregua del maltempo potrebbe andare in scena nel teatro all’aperto, ai piedi del centro storico, o – in caso contrario – ancora, come stasera, nel Salone “Razetti” del complesso museale della cittadina.

Potrebbe interessarti

di Vincenzo Alvaro

di Michele Martinisi

Servizi Video

18 Maggio 2024 - 16:47
Attualità

Nasce la fondazione Talea: per far crescere nuovi talenti

4 Maggio 2024 - 18:18
Attualità

San Basile: il presidente albanese Begaj svela il monumento dedicato a Skanderbeg

30 Aprile 2024 - 17:26
Attualità

Mattarella a Castrovillari: le voci del territorio

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano