13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

592 Volte

ANZIANI SOTTO ASSEDIO

Tentata truffa ad un’anziana: denunciato l’autore di origine napoletane

Una telefonata di un sedicente nipote, per farsi consegnare soldi in contanti. Anche questa volta per fortuna acciuffato il truffatore

La tecnica è sempre la stessa. Squilla il telefono e, dall’altra parte del filo qualcuno si spaccia per un sedicente nipote, cercando di truffare l’ignara anziana. E’ accaduto così anche a San Nicola Arcella, sul Tirreno cosentino, dove oggi un uomo di 39 anni, di origini napoletane, è stato denunciato in stato di libertà dai carabinieri della Compagnia di Scalea con l’accusa di tentata truffa.

Un’anziana donna riceve una chiamata anonima con la quale un soggetto, qualificatosi come il nipote, domiciliato nel nord Italia, chiedeva di consegnare un’ingente somma di denaro in contanti ad un corriere che sarebbe passato di lì a breve a recapitare un pacco a titolo di saldo per un acquisto fatto dal nipote stesso. La nuora ed il figlio della signora, presenti in casa, accortisi che l’interlocutore non corrispondeva al loro parente, si sono subito rivolti ai carabinieri, i quali sono intervenuti, appostandosi in una cornice di sicurezza, nei pressi dell’abitazione.

Nel frattempo l’anonimo interlocutore ha fatto ulteriori chiamate, questa volta spacciatosi per il corriere, indicando le modalità con le quali doveva essere consegnato il denaro. A rispondere in questa fase è stata, però, la nuora, che, al riguardo, aveva già ricevuto precise indicazioni da parte dei militari dell’Arma. All’arrivo del trentanovenne, la donna gli ha lanciato dal balcone una busta chiusa che, anziché contenere la somma in contanti richiesta, era piena di ritagli di carta. A quel punto l’uomo è stato bloccato dai carabinieri in borghese, presenti nelle vicinanze, e portato in caserma con l’ausilio di altre pattuglie.

Potrebbe interessarti

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati