13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

254 Volte

RITORNO A SCUOLA

Mormanno: il primo giorno di scuola Pappaterra saluta gli studenti

Il sindaco insieme all’assessore alla cultura, Maria Olga Fortunato, hanno visitato i plessi scolastici e consegnato agli studenti un segnalibro.

Inizia nel segno di Antonio Gramsci il nuovo anno scolastico di Mormanno. Il sindaco Paolo Pappaterra, nella lettera inviata agli studenti di ogni ordine e grado della cittadina del Pollino, ha ricordato quanto il politico, giornalista e critico letterario italiano, credesse fermamente nell’istruzione come strumento di emancipazione e cambiamento sociale.

Insieme all’assessore alla cultura, Maria Olga Fortunato, il primo cittadino unitamente alla dirigente scolastica, Annunziata Galizia, hanno visitato i plessi e le classi augurando a studenti, docenti e personale scolastico, un proficuo anno di studio interagendo con i bambini delle materna, delle scuole elementari, dialogando con i ragazzi delle medie e del liceo, consegnando loro un segnalibro che riporta proprio una frase di Gramsci: «Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza, agitatevi perché avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo, organizzatevi perché avremo bisogno di tutta la vostra forza».

Il ritorno a scuola – ha sottolineato Pappaterra – «per alcuni di voi rappresenta una esperienza nuova, un capitolo emozionante che si apre». Ricordando la figura del filosofo e teorico politico italiano del XXº secolo, la cui visione dell’istruzione continua a ispirare e ad illuminare il cammino dell’apprendimento, ha sottolineato come «la scuola non è solo un luogo di trasmissione del sapere, ma anche un terreno fertile per la formazione di cittadini critici e consapevoli. Questo significa che il vostro ritorno a scuola non è solo un rituale annuale, ma una pietra miliare sulla strada verso una crescita personale e una futura partecipazione attiva alla società».

Invitando gli studenti a vivere da protagonisti questo anno di formazione che si apre oggi Pappaterra, in qualità di sindaco di Mormanno, ha sottolineato di dover «essere aperti a diverse prospettive, esplorare, fare domande e cercare risposte, non solo nelle aule della scuola ma anche nella vita di tutti i giorni. La curiosità è la chiave per aprire le porte del sapere e del progresso. Per coloro che iniziano questa esperienza per la prima volta, vi esorto a non avere paura delle sfide che potreste incontrare. La scuola è un ambiente in cui potete sviluppare le vostre abilità, fare amicizie durature e scoprire chi siete veramente. Ogni errore è un’opportunità di apprendimento, e ogni successo è un passo avanti verso un futuro brillante. Ricordate sempre che siete il futuro della nostra Comunità e del mondo. Il vostro impegno nell’apprendimento e nella costruzione di una società più giusta e equa è fondamentale. Come Sindaco, sono orgoglioso di voi e del vostro impegno nell’educare le vostre menti e nel crescere come individui responsabili. Auguro a ciascuno di voi un anno scolastico ricco di ispirazione, realizzazioni e momenti memorabili. Siate curiosi, siate audaci, siate voi stessi. Il futuro è vostro, e sono sicuro che lo affronterete con determinazione e saggezza. Buona scuola».

Potrebbe interessarti

Servizi Video

18 Maggio 2024 - 16:47
Attualità

Nasce la fondazione Talea: per far crescere nuovi talenti

4 Maggio 2024 - 18:18
Attualità

San Basile: il presidente albanese Begaj svela il monumento dedicato a Skanderbeg

30 Aprile 2024 - 17:26
Attualità

Mattarella a Castrovillari: le voci del territorio

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano