13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

130 Volte

IL PROVVEDIMENTO

Falsa perizia di cecità su donna deceduta: sospeso medico nel vibonese

In qualità di perito nominato dal giudice del lavoro per una procedura di riconoscimento di invalidità, il professionista avrebbe dichiarato di aver visitato la richiedente ma la stessa era venuta a mancare 19 giorni prima

Ha attestato la cecità di una donna, ma la stessa era morta 19 giorni prima. Protagonista del fatto un medico della provincia vibonese, il quale è stato interdetto dall’esercizio di un pubblico ufficio perché ritenuto responsabile di falsa perizia. Il provvedimento nasce dalla denuncia presentata dalla direzione provinciale dell’Inps di Vibo Valentia, che ha interloquito direttamente con il procuratore di Vibo, Camillo Falvo, il quale ha coordinato le indagini insieme al pm assegnatario del procedimento.

L’Inps ha segnalato la condotta tenuta dal professionista, nominato perito dal giudice del lavoro di Vibo nell’ambito di procedimento volto al riconoscimento dello stato di invalidità civile, come cieca assoluta, della donna. Il perito ha quindi prodotto la relazione in cui dava atto di aver visitato l’interessata, riscontrando che la stessa era affetta da cecità assoluta con diritto alla relativa indennità di accompagnamento. Dalla documentazione, però, è emerso che la donna non avrebbe mai potuto essere stata visitata dal consulente tecnico nella data indicata, perché deceduta 19 giorni prima. Per questo, su richiesta del pm, il gip ha interdetto il medico disponendo che sia sospeso dall’esercizio del pubblico ufficio di consulente tecnico d’ufficio e che gli siano interdette totalmente le attività inerenti per la durata di sei mesi.

 

Potrebbe interessarti

Servizi Video

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati

7 Febbraio 2024 - 17:20
Cultura

Nasce Pi.Ca.Lab. il primo museo didattico ospitato in una scuola