13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

709 Volte

ANIMALI AVVELENATI

Avvelenati quattro cuccioli di gatto: la proprietaria sporge denuncia

Nel giardino di una casa privata sono stati ritrovati senza vita, uccisi da qualcuno che mal tollerava la loro presenza. Sdegno anche dall'amministrazione comunale

Ritrovati senza vita quattro esemplari di gatto. Nati da pochi giorni nel giardino di una casa nella parte nord della città di Castrovillari (nella zona dell’Unieuro) sono forse vittima dell’avvelenamento da parte di qualche vicino che mal tollerava la loro presenza.

«Non amarli è una scelta ma ucciderli è davvero una crudeltà» scrive la donna che li ha visti «soffrire atrocemente» durante la loro agonia. La proprietaria degli animali sporgerà denuncia contro ignoti ma l’episodio ha registrato anche l’intervento dell’amministrazione comunale di Castrovillari che ha espresso «un forte sentimento di rammarico e condanna nei confronti degli atti vigliacchi di avvelenamento dei gattini randagi presenti sul nostro territorio che si sono perpetrati negli ultimi giorni. Sembra infatti che l’avvelenamento appaia come la naturale soluzione a indesiderate presenze di animali, in questo caso di gatti, che peraltro non costituiscono neanche un problema di sicurezza sociale».

Per l’amministrazione comunale «tali atti, sicuramente non degni di una società moderna ed evoluta, non possono essere consentiti perciò si coinvolgeranno le forze dell’ordine affinché intervengano con indagini scrupolose ed efficaci volte a individuare i colpevoli di questi aberranti reati. Sebbene non esistano strutture dedicate quali i gattili pubblici nella regione Calabria, né tantomeno si hanno le risorse economiche ed umane per realizzarne nel nostro territorio, si tiene a precisare che la buona pratica della “Colonia Felina” è autorizzata dal Comune attraverso l’Ufficio Ambiente e prevede, una volta individuato un responsabile tra i cittadini che ne facciano formale richiesta, la possibilità di effettuare le sterilizzazioni dei felini da parte dell’ASP in modo da controllarne e limitarne la riproduzione garantendo agli stessi le cure minime necessarie da parte di cittadini volenterosi».

Potrebbe interessarti

Servizi Video

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati

7 Febbraio 2024 - 17:20
Cultura

Nasce Pi.Ca.Lab. il primo museo didattico ospitato in una scuola