13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

13:15

PRESENTATO IL PROGRAMMA Tutto pronto per il Pollicino Book Fest

22:07

POESIA POPOLARE CONTAMINATA DAI RITMI MODERNI Musica e Teatro in ricordo di Luigi Russo

Visto

386 Volte

DONNE DEL VINO

Korale: il vino calabrese contro la violenza di genere

L'iniziativa è stata presentata a Cosenza nei giorni scorsi: la bottiglia è stata data in omaggio a chi ha donato al Centro Antiviolenza Roberta Lanzino di Cosenza

Nasce nella nostra regione il primo vino contro la violenza di genere. Si chiama “Korale” ed è stato realizzato dall’Associazione nazionale donne del vino Calabria. Un’edizione limitata, che è servita a raccogliere fondi per il Centro antiviolenza “Roberta Lanzino”. Tutte le bottiglie sono andate esaurite nel corso della presentazione nella sede dell’Ais di Cosenza, a cui ha preso parte anche la presidente nazionale Daniela Mastroberardino. «L’Associazione – ha dichiarato Mastroberardino – è costantemente attiva per dare un segnale importante di contrasto alla violenza sulle donne e ad ogni forma di discriminazione, nella memoria di Marisa Leo, uccisa dall’ex compagno, senza dimenticare la sommelier e Donna del Vino, Donatella Briosi che nel 2018 ha subito la stessa sorte».

«Questa iniziativa – ha aggiunto- così come il protocollo stipulato con la Polizia, rappresentano il nostro impegno nella società civile per il miglioramento della condizione femminile, per un futuro migliore. Quando abbiamo deciso di unirci per progettare la nostra prima bottiglia era da poco stata uccisa Marisa Leo – ha detto Vincenza Alessio Librandi, delegata delle Donne del Vino in Calabria. E allora abbiamo unito le forze e quello che di meglio sappiamo fare per dire basta ad una strage quotidiana che è il frutto di una regressione della società».

Va detto che “Korale” è un vino “corale” perché frutto della collaborazione di 10 produttrici calabresi: ognuna ha contribuito con il suo rosso migliore, creando un blend che nasce dalla lavorazione di 6 vitigni autoctoni. Ci sono poi Calabria e Magna Grecia: corale diventa “Kora-le”, perché in greco antico “kora” era la donna. E “Kora” era uno dei nomi con cui era invocata la dea Persefone che, secondo il mito, guidava l’alternarsi delle stagioni per la crescita dei frutti. Per questo sull’etichetta è riprodotto il profilo del volto di una delle statue a lei dedicate. Fra gli obiettivi dell’iniziativa, anche il diffondere la cultura della sostenibilità: sono state, infatti, usate bottiglie più leggere e sottili, tappi 100% riciclabili ed etichetta con fibre riciclate.

Potrebbe interessarti

di Redazione

Servizi Video

1 Marzo 2024 - 10:11
Cronaca

Piazze di spaccio: sette arresti tra Castrovillari e Cassano

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati