22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

21:38

CAUSA IL FORTE VENTO Maltempo. Cade albero a Piazza Matteotti

Visto

187 Volte

IN SETTIMANA LA CONSEGNA DEI LAVORI

Castrovillari, continua il dibattito sui lavori di Corso Garibaldi

Nella giornata di ieri si è tenuta la seconda Assemblea Popolare organizzata da Solidarietà e Partecipazione. In settimana è intervenuta la minoranza esternando tutte le criticità del progetto

In settimana si procederà alla consegna dei lavori che interessano la parte sud di Piazza Garibaldi che diventerà una grande piazza. Una scelta che ha suscitato un dibattito importante che Mimmo Lo Polito, sindaco della città ha definito come “segno di una città viva”. Nella giornata di ieri si è tenuta la seconda Assemblea Popolare sul progetto organizzata da Solidarietà e Partecipazione , coordinata da Mirella Ieno con Pino Angelastro, Ferdinando Laghi che ha visto l’illustrazione tecnica dell’ingegnere Enzo Rummolo. “Numerosi gli interventi dal pubblico, tutti non favorevoli al progetto, in particolare allo smantellamento di Piazza Gallo”. Nei giorni scorsi sono intervenuti anche i consiglieri di minoranza che attraverso una nota stampa hanno precisato alcuni punti. “Il 16 novembre i Consiglieri Comunali Sara Zicari (FI) ed Anna De Gaio (FDI) hanno ottenuto la convocazione della II commissione consiliare “Lavori Pubblici, Urbanistica, Viabilità ed Ambiente”, avente per oggetto il progetto che sta facendo discutere la comunità di Castrovillari. Con grande sorpresa si è constatata la presenza dei soli tecnici progettisti ad illustrare alla Commissione il progetto.

La Commissione ha dovuto interloquire con i progettisti senza nessun supporto documentale, nessuna immagine a disposizione, nessuna planimetria o particolare da poter analizzare”. Erano assenti “ le figure convocate, il Responsabile del Settore Infrastrutture e Patrimonio ed il Responsabile del Settore Pianificazione e Gestione del Territorio, quest’ultimo anche Responsabile Unico del Procedimento, in rappresentanza degli Uffici Comunali”. Per tali motivi “non si è quindi potuto interloquire con chi ha dato le direttive e le indicazioni di un progetto, commissionato o comunque condiviso da pochi, e da cui la minoranza è stata completamente esclusa. Quello che muove la minoranza –si legge nella nota- non è un’opposizione a prescindere alla realizzazione della piazza, in quanto ogni riqualificazione urbana ed ogni finanziamento ottenuto è ben accetto, ma è la consapevolezza che ci sono molte criticità, rilevate da cittadini e commercianti, che dovrebbero essere affrontate e fugate”.

In particolare si evidenzia come ci sarebbero “problemi di circolazione carrabile: il nostro NO assoluto al doppio senso di Corso Mazzini che andrebbe a congestionare terribilmente il traffico compromettendo un’intera zona. Problemi di isolamento di parte della città: la nostra Civita risulterebbe ancora più tagliata fuori da una pseudo rotonda posta di fronte a Palazzo Cappelli che interromperebbe ogni desiderio di recarsi nella zona per poi rimanere impelagati in strettoie, problemi legati al parcheggio, problemi ambientali con l’eliminazione delle aiuole e la loro sostituzione con vasi non ci garantirebbe la quota di verde pubblico atto a equilibrare la salubrità dell’area, il rinfrescamento durante l’estate e la protezione dagli agenti atmosferici di inverno, problemi idraulici: voler pavimentare tutta la piazza e non avere più le grandi aiuole a drenare le acque piovane porterebbe un maggiorato flusso di acqua verso la Civita che già vive problemi seri di erosione, problemi per l’area destinata al nostro storico mercato ortofrutticolo”. Sarebbe utile per risolvere le tante criticità- conclude la nota stampa- permettere la circolazione veicolare durante i giorni feriali e limitare il traffico esclusivamente nei giorni festivi e prefestivi. Lasciare che il mercato storico continui a svolgersi lungo le medesime postazioni lungo c.so Garibaldi, perché è, sicuramente, la posizione più consona alla fruibilità”.

Ma non vi è “ripensamento dato che non si tratta di scelte estemporanee ma meditate da tempo ed elaborate da chi amministra” scrivono gli amministratori. “Alcuni suggerimenti sono stati importanti, altri un poco meno, ma ogni opinione va rispettata” scrive Mimmo Lo Polito. “Scegliere poi spetta a chi è stato eletto che, ovviamente, sulla base di quel principio di rappresentatività democratica è legittimato a farlo”.
.

Potrebbe interessarti

di Redazione

di Redazione

ALBERI PER IL FUTURO, FACCIAMO RESPIRARE L'ITALIA

M5S Castrovillari. Messi a dimora due Pini loricati

di Redazione

Servizi Video

12 Ottobre 2023 - 22:53
Attualità

Lions Castrovillari: si insedia il nuovo presidente del club, Filomena Ferrari

4 Giugno 2023 - 23:59
Sport

Marathon degli Aragonesi 2023: vince Emanuele Spica

1 Giugno 2023 - 15:18
Cronaca

Dramma sul Pollino: Denise Galatà muore durante discesa di rafting

29 Maggio 2023 - 16:16
Cultura

Primavera dei Teatri: partita la 23esima edizione del festival