13:47

VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE Camion si ribalta sull’A2 tra Frascineto e Sibari

11:07

L'OPERAZIONE DI POLIZIA La droga dei cinesi nel territorio delle ndrine

17:23

INIZIATIVA DELL'ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti in piazza per i Gemelli DiVersi

11:41

ATTIVITA' DEI CARABINIERI Castrovillari: cocaina in casa, arrestato

19:58

ACCORPATE ANCHE SCUOLE MEDIE ED ELEMENTARI Dimensionamento scolastico. Castrovillari può diventare un caso

22:02

CELEBRATA A CASTROVILLARI E LAINO BORGO Festa dell’albero: il futuro della natura nelle mani dei bambini

15:26

PANCRUSCO AI SAPORI DEL POLLINO Per Natale arriva il panettone salato di Piero De Gaio

20:29

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO Castrovillari film festival, ecco i vincitori

15:17

UNA STORIA INIZIATA NEL LONTANO 1993 La Centrale nel Parco. Facciamo chiarezza

22:40

OPERATIVI NEI PROSSIMI GIORNI Ospedale, in arrivo 8 medici cubani a Castrovillari.

14:49

PERDITA RETE IDRICA Sospensione erogazione acqua

7:51

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE Nasce la rete museale della Sibaritide e del Pollino

22:32

Festa della donna L’Aiga visita le carceri femminili

Visto

126 Volte

LEZIONE MULTIDISCIPLINARE

Bella Ciao genesi di un mito, studenti a teatro per una conferenza/spettacolo

In questa particolare forma di spettacolo prodotta da Scena Verticale, Dario De Luca, insieme in scena a Sasà Calabrese, costruisce un’appassionante incontro con il pubblico, una vera e propria lezione teatralizzata, provando a derimere le nebbie che avvolgono le origini di questo canto che è uno dei canti più conosciuto e cantato nel mondo.

Bella Ciao_genesi di un mito, scritta, diretta e interpretata da Dario De Luca è stata la conferenza spettacolo per gli studenti del Liceo Classico, il Liceo Artistico e l’IPSIA di Castrovillari tenutasi ieri nel teatro Sybaris della città del Pollino .

In questa particolare forma di spettacolo prodotta da Scena Verticale, Dario De Luca, insieme in scena a Sasà Calabrese, che oltre alle musiche ha curato le immagini video, costruisce un’appassionante incontro con il pubblico, una vera e propria lezione teatralizzata, provando a derimere le nebbie che avvolgono le origini di questo canto che è uno dei canti più conosciuto e cantato nel mondo.


Bella Ciao non è una canzone che è rimasta relegata al periodo storico in cui è nata (sul finire del secondo conflitto mondiale del novecento) ma è diventata patrimonio mondiale dei movimenti che lottano contro regimi che sopprimono o vorrebbero sopprimere le libertà fondamentali. De Luca racconta con passione crescente la circolazione avvenuta nei modi più diversi e fantasiosi e chiude lo spettacolo con una tesi affascinante sul perché questo canto popolare sia così amato da chi vuole la Libertà.
Alternando presente e passato con immagini d’archivio e l’accompagnamento della musica, De Luca e Calabrese, indossando magliette rosse con stampato lo spartito musicale e le parole della canzone, hanno rapito i tantissimi studenti presenti al senso del canto nelle diverse epoche storiche, a seconda delle società e dei contesti.

Attenzione massima e interesse manifesto da parte degli studenti che hanno gremito tutto il teatro, accompagnati dai tanti docenti e dal loro Dirigente Scolastico, Elisabetta Cataldi, che dopo aver tributato un caloroso applauso alla fine dello spettacolo hanno alimentato il dibattito nato attorno ai temi della libertà, della emancipazione, del lavoro, della partecipazione alla vita democratica, delle migrazioni, della degna sepoltura . Bella giornata dunque e straordinaria inedita lezione multidisciplinare tra musica, storia, poesia, cinema, diritto.

Potrebbe interessarti

di Domenico Fortunato

di Redazione

Servizi Video

17 Febbraio 2024 - 18:47
Cronaca

Morte operaio: tre persone iscritte nel registro degli indagati

17 Febbraio 2024 - 12:45
Cronaca

Frascineto, incidente sul lavoro: muore operaio albanese

11 Febbraio 2024 - 17:01
Cronaca

Il Carnevale inclusivo dei Lions: in maschera tra i bambini malati

7 Febbraio 2024 - 17:20
Cultura

Nasce Pi.Ca.Lab. il primo museo didattico ospitato in una scuola