Atletica, la Tiger protagonista al Mennea Day di Barletta

tiger a Barletta

 

Nei giornata di ieri a Barletta, si è tenuta la ormai nota manifestazione di atletica leggera denominata “ Mennea Day”. Gara questa riservata a giovani atleti velocisti per ricordare Pietro Mennea ed il suo primato sui mt 200 a Città del Messico conseguito il 12 settembre del 1979.
La rassegna di quest’anno è stata organizzata dall’associazione sportiva pugliese “Iocorro” in collaborazione con l’atleta olimpionico Eusebio Haliti.
La Tiger Running Club di Castrovillari ha partecipato all’evento con alcuni giovani della scuola di atletica “ Giuseppe Morero”, diretta dal tecnico federale Silvio Minervini. Sulla pista appositamente creata nel centro cittadino di Barletta, alla presenza del campione  Fausto Desalu, medaglia d’oro alle olimpiadi di Tokio nella 4x100 maschile, la talentuosa  Kristel Santoro si  è classifica al secondo posto, sebbene autrice di una rimonta imperiosa che solo per un soffio non l’ha portata alla vittoria. Il prossimo obiettivo di Kristel è il record regionale sui metri 300, già ampiamente battuto in allenamento con la supervisione del suo tecnico. Terzo posto per la fortissima Serena D’Ingianna, un’atleta Tiger dal futuro radioso e su cui il presidente Vincenzo Malomo ha sempre riposto grandi speranze. Serena è reduce da un periodo di allenamenti molto intensi e faticosi, finalizzati a renderla imbattibile nella sua categoria.


Vince la batteria di qualificazione il piccolo Alessandro D’Ingianna, di appena cinque anni, un’altra scoperta della Tiger.  Si tratta di un bimbo particolarmente veloce e agile, nonostante la giovane età. Il suo talento è venuto fuori in maniera del tutto casuale durante una prova di velocità sulla pista di Castrovillari. Ovviamente, come riferiscoo dalla Tiger,  la cautela che si impone nella preparazione di bimbi molto piccoli, come in questo caso, porta a non esasperare l’aspetto agonistico del gesto atletico, semmai trasformandolo in un piacevole gioco. Alessandro avrà tempo e modo di valorizzare le proprie doti atletiche, ma il potenziale c’è tutto.  


 Kwadwo Owusu, bimbo di nazionalità libica ma nato in Italia, si è classificato al primo posto, ma il risultato non ha meraviglia più di tanto i tecnici della Tiger. Kwadwo è un bimbo dotato già di base per la pratica dell’atletica leggera.
Grande soddisfazione ha regalato anche il giovane atleta Abderrazak Hadar, già  autore di una bellissima ed indimenticabile prova ai campionati italiani di Modena di ottobre 2020 nei metri 1500, e che proprio ieri al meeting di Molfetta ha stabilito il nuovo primato personale sui metri 400.
Da questi risultati e dalla qualità di tutti gli atleti della Tiger Running Club si capisce il motivo che ha portato Vincenzo Malomo ad intitolare la scuola di atletica della Tiger all ‘indimenticato Giuseppe Morero, ossia il primo atleta castrovillarese che in collaborazione con Pietro Mennea aveva creato nei primi anni 2000 una promettente scuola di atletica leggera, con atleti giovanissimi di grande livello come il velocista  castrovillarese Massimo Mungo.

e-max.it: your social media marketing partner

I più letti

ABMreport.it


Via G. Militerni, 33 - 87012 Castrovillari (CS).
Testata giornalistica on line iscritta nel registro della stampa n°2/2011 del Tribunale di Castrovillari.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni.