Carnevale e polemiche. Battaglia chiede dimissioni del presidente Pro Loco, il Sindaco solidale con Iannelli

Iannelli Eugenio pro loco

 

CASTROVILLARI - La scintilla è stata il manifesto che la Lega di Salvini (o meglio il suo segretario cittadino, Leo Battaglia) ha fatto affiggere a pochi giorni dall'inizio ufficiale delle sfilate recante l'immagine della 61ª edizione del Carnevale di Castrovillari accostata allo stemma di partito. Un benvenuto troppo politicizzato che gli organizzatori, la Pro Loco di Castrovillari, non hanno accettato di buon grado (giustamente) ed hanno contestato prendendo le distanze e ribadendo che nessun nesso politico è mai stato presente tra le manifestazioni organizzate dall'associazione territoriale e alcun partito. Sembrava uno scherzo di Carnevale anche fin troppo evidente, ma in realtà si è trasformato in un vero caso politico che ha scatenato prima le reazioni di un portavoce degli altri iscritti della Lega che hanno praticamente isolato Battaglia, affermando che il partito non era a conoscenza di questa "uscita" pubblica, e poi il rincaro della dose da parte del diretto interessato Battaglia che ha chiesto, con una nota stampa ufficiale, le dimissioni del Presidente della Pro Loco Eugenio Iannelli (nella foto di Lorenzo La Vitola). «La Lega - ha scrittoil segretario locale leghista - è per le realtà locali e per la valorizzazione del carnevale di Castrovillari» che però si porta dietro una «gestione» (quella della Pro Loco) che a Battaglia non va più bene. L'idea del partito di Salvini è quella di un «carnevale affidato a tutti i castrovillaresi tramite il comune» perchè il «carnevale è di tutti». Per le prossime amministrative la Lega proporrà un Carnevale gestito direttamente dal Comune «con la collaborazione di tecnici professionisti del carnevale di Putignano, dove l'intera provincia potrà collaborare con il nostro carnevale e farlo diventare una risorsa per il territorio, creando posti di lavoro, e fare in modo che tutti i comuni limitrofi parteciperanno con carri, gruppi e costumi dei loro comuni» e far diventare il Carnevale una manifestazione che possa avere «bilanci da milioni di euro nelle casse comunali». Pertanto Battaglia ha chiesto «le dimissioni del presidente della pro loco , per aver tentato di danneggiare la nostra spontanea iniziativa del manifesto cercando anche di coinvolgere semplici iscritti del nostro partito per tutelarsi l'immagine». Al presidente Iannelli sono arrivate, proprio alla vigilia dell'ultima sfilata del corteo mascherato della 61ª edizione, le espressioni di solidarietà del Sindaco, Domenico Lo Polito, «per gli attacchi sconsiderati del rappresentante cittadino della lega di Salvini. Lasciamo fuori dalla politica gli eventi che qualificano la nostra cittadina per storia e tradizioni. Eventuali proposte migliorative possono essere discusse all'interno del consiglio comunale, dove la lega è rappresentata e saranno ben accette. Al di fuori del democratico confronto politico, ogni azione o dichiarazione appare strumentale e divisiva, anche per manifestazioni che hanno come unico scopo quello di accomunare tutti in un grande, unico abbraccio di colori».

e-max.it: your social media marketing partner

ABMreport.it


Via G. Militerni, 33 - 87012 Castrovillari (CS).
Testata giornalistica on line iscritta nel registro della stampa n°2/2011 del Tribunale di Castrovillari.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni.