Inchiesta precari Asp. Il sindacalista Mazza torna in libertà

inam cosenza

 

CATANZARO - Ritorna in libertà il sindacalista Francesco Mazza, finito agli arresti domiciliari per ordine della Procura della Repubblica di Cosenza il perno dello scandalo nella inchiesta riguardante le assunzioni dei precari all'Asp in piena campagna elettorale per le ultime elezioni regionali. Il tribunale del riesame di Catanzaro nella serata di ieri ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati di fiducia di Mazza, il castrovillarese Riccardo Rosa ed il cosentino Vincenzo Belvedere, revocando la custodia cautelare domiciliare ai cui era stato sottoposto il sindacalista. Soddisfazione è stata espressa dai legali che ora attendono di conoscere anche il merito delle motivazioni prima di esprimere un giudizio più approfondito sul merito della sentenza. 

e-max.it: your social media marketing partner
Fasanella

ABMreport.it


Via G. Militerni, 33 - 87012 Castrovillari (CS).
Testata giornalistica on line iscritta nel registro della stampa n°2/2011 del Tribunale di Castrovillari.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni.