A scuola insieme: il progetto castrovillarese iniziativa pilota in Calabria

municipio nuovo basso alto bandiere

 

CASTROVILLARI - Al momento è un progetto pilota che mette in relazione Comune, scuola e famiglia, concertando l'accompagnamento per l'emergenza educativa che il Covid 19 ha amplificato. Si chiama "a scuola insieme" l'idea sinergica che il comune di Castrovillari ha approvato in consiglio comunale (all'unanimità con il voto di maggioranza e minoranza) all'interno del consiglio comunale del 30 marzo scorso e che il sindaco, Domenico Lo Polio, ha inoltrato al Ministero dell'Istruzione per condividere con il dicastero questa iniziativa che al momento è unica in Calabria, ma anche in Italia, rispetto alle politiche scolastiche di interesse comunale.  L’articolato progetto -ricorda il presidente della quarta Commissione consiliare , Carmine Vacca, che ha seguito l'iter del lavoro - - prevede la nascita di un organo collegiale consultivo che si riunirà in modalità pubblica in Comune e che si propone di far dialogare meglio le scuole di primo grado, l'ente locale e le famiglie sui servizi di istruzione per gli alunni con handicap o in situazione di svantaggio; l’organizzazione degli edifici e l’utilizzo delle attrezzatture, all’occorrenza, di intesa con la Provincia per le scuole di sua competenza; azioni per realizzare le pari opportunità nell’ istruzione; gli interventi integrati di prevenzione della dispersione scolastica ed educazione alla salute; le programmazioni di promozione culturale nel Territorio; il ruolo delle scuole per progettare, realizzare e/o monitorare interventi nei settori delle politiche culturali, giovanili, dell’educazione permanente e ricreative; la dilatazione del tempo scolastico con soluzioni articolate in rapporto alle diverse richieste; l’ampliamento dei servizi di supporto offerti agli alunni e alle famiglie (tempo pre-scuola e post-scuola, servizio mensa, trasporto scolastico, gestione entrata e uscita da scuola in relazione al Covid-19); sostegni in favore delle famiglie in situazione di disagio culturale, sociale ed economico e per alunni con difficoltà di apprendimento, affettive e relazionali, naturalmente senza perdere di vista l’opportunità di intercettare fondi nazionali e/o regionali per lo sviluppo di progetti mirati e significativi per alunni, famiglie e Territorio legati ad aspetti di crescita a cui può concorrere ogni altro argomento di interesse comune. Il punto di forza dell'iniziativa è la crescita diffusa degli scolari che vedrà coinvolta non solo l'istituzione scolastica, ma anche famiglie ed ente locale, mettendo a disposizione competenze e capacità con il coinvolgimento di figure istituzionali, proprie degli organismi scolastici e rappresentanti delle famiglie della scuola dell’infanzia, della primaria e della secondaria di primo grado come prescrive l’apposito regolamento. «Un’occasione, insomma- affermano il primo cittadino Domenico Lo Polito e il presidente della 4ª Commissione, Carmine Vacca - per affermare nuove forme di collaborazione, di dialogo e di comunicazione, interne ed esterne alla scuola per una ripresa rigenerata delle attività che guardi l’esistente nella sua interezza attenzionando maggiormente il fenomeno della dispersione scolastica nonché ed altri disseminati da questo Tempo che hanno riproposto fragilità da riguardare. Da qui l’importanza del piano nelle sue articolazioni».

e-max.it: your social media marketing partner

ABMreport.it


Via G. Militerni, 33 - 87012 Castrovillari (CS).
Testata giornalistica on line iscritta nel registro della stampa n°2/2011 del Tribunale di Castrovillari.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni.