Radure: stasera in scena Saverio La Ruina con il suo ultimo lavoro Via del Popolo

 la ruina saverio via popoloContinua con successo “Radure – VI Edizione di Invito al Teatro”, la rassegna ideata e promossa dall’associazione culturale Aprustum con il sostegno dell’amministrazione comunale, della Gas Pollino e del Parco Nazionale del Pollino. Appuntamento da non perdere martedì 27 dicembre al Teatro Vittoria con “Via del Popolo”, il nuovo spettacolo di Scena Verticale di e con Saverio La Ruina. Via del Popolo, è un tratto di strada di una cittadina del Sud che un tempo brulicava di attività: due bar, tre negozi di generi alimentari, un fabbro, un falegname, un ristorante, un cinema. Due uomini percorrono questa via, un uomo del presente e un uomo del passato. Il primo impiega due minuti per percorrere 200 metri, il secondo trenta. Qualcosa è cambiato. È la piccola città italiana a essere cambiata, è la società globalizzata, ai negozi sono subentrati i centri commerciali e la fine della vendita al dettaglio ha portato via posti di lavoro, distruggendo un modello sociale ancora basato sulle relazioni personali. Quei duecento metri rappresentano anche un percorso di formazione in cui sono gettate le basi della vita futura, dal quale emergono un’umanità struggente, il rapporto coi padri, l’iniziazione alla vita, alla politica, all’amore. E non solo, Via del Popolo è anche una riflessione sul tempo, il tempo che corre ma che non dobbiamo rincorrere, piuttosto trascorrere. “Via del Popolo”, già rappresentata a Milano dove è stato accolto con grandi consensi dal pubblico e dalla critica, è il racconto di un’appartenenza a un luogo, a una famiglia, a una comunità. “Radure” continua mercoledì 28, sempre al Teatro Vittoria, con “AD10S – splendori e miserie del gioco del calcio”, di e con Luca Donadio per la regia di Casimiro Gatto.

e-max.it: your social media marketing partner

ABMreport.it


Via G. Militerni, 33 - 87012 Castrovillari (CS).
Testata giornalistica on line iscritta nel registro della stampa n°2/2011 del Tribunale di Castrovillari.

Di più

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni.