Repressione al fenomeno del bracconaggio, 8 denunce

cc forestale parco aspromonte

 

MELITO PORTO SALVO - Prosegue l'attività di repressione e contrasto al bracconaggio, predisposta dal Gruppo carabinieri forestali di Reggio Calabria. «In particolare sono stati intensificati – si legge in un comunicato- i controlli nella fascia ionica reggina, dove è tradizionale il reato della caccia operata con l'ausilio dei richiami elettroacustici per l'avifauna, metodo espressamente vietato per legge. Negli ultimi tempi i carabinieri forestale di Melito di Porto Salvo e di Brancaleone hanno denunciato all'autorità giudiziaria 8 persone, colte in flagranza di reato. Svariati sono gli illeciti contestati, che vanno dall'utilizzo di disposo dei richiami elettroacustici, all'esercizio della caccia nei periodi vietati e all'abbattimento di specie protette». Sono state sequestrate, inoltre, numerose armi e richiami elettroacustici vietati.

e-max.it: your social media marketing partner

I più letti

ABMreport.it


Via G. Militerni, 33 - 87012 Castrovillari (CS).
Testata giornalistica on line iscritta nel registro della stampa n°2/2011 del Tribunale di Castrovillari.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni.