Riconferma alla guida di Acli Terra per Giuseppe Campisi

acli terra

 

LAMEZIA TERME - La rielezione è giunta al termine del congresso regionale svoltosi a Lamezia Terme, nel corso del quale sono state rinnovate tutte le cariche. <<Acli Terra – ha detto Campisi - sarà un pilastro di proposta per le politiche agricole del nostro Sud. Le Acli Terra rappresenteranno un sentiero per la crescita pulita che porta alla casa comune>>. Da qui la volontà di <<riportare –ha aggiunto- le Acli Terra alla tradizione e alla storia fondativa, per superare il graduale abbandono dei valori che stanno da sempre nel rapporto con la terra, con i luoghi e la gente che vuole ritornare ad abitare quanto ha lasciato, perché trascinata dalla rincorsa a un benessere che si sta sgretolando, rivelandosi tenaglia e freno del futuro, dentro una società scivolosa e magmatica. Questo, specie se si considera che ci sono luoghi di rappresentanza dove bisogna chiedere qualità ambientale, tecnologie, qualità dei beni agroalimentari e sviluppo locale come identità del prodotto>>. <<La nostra scelta –ha concluso Campisi- è per la tutela della qualità e del prodotto che va in direzione della crescita e dello sviluppo locale. Che deve generare occupazione. Quella occupazione che ha in sé figure professionali che sappiano misurare le difficoltà del territorio e indicare soluzioni per i molti e per il bene comune>>. Particolarmente seguita, nel corso del congresso regionale, è stata la relazione di Adolfo Rossi, esperto in processi di internazionalizzazione sul posizionamento delle esportazioni regionali calabresi, che, con la dirigenza Acli Terra, ha concordato azioni concrete di intervento da implementare, già a partire dalle prossime settimane: fornire, ad esempio, alle Piccole medie imprese (Pmi) informazioni adeguate e facilmente accessibili sulle modalità per estendere la loro attività all’estero, con la creazione di uno sportello Acli per l’internazionalizzazione; istituire un coordinamento con altre associazioni per contribuire alla creazione di una “cabina di regia” per l’internazionalizzazione a scala regionale; favorire la “logica di filiera” che veda come fattori chiave di competizione l’accesso all’innovazione e una forte integrazione a valle con gli anelli che presidiano i mercati, anche localizzati fuori regione, con la proposta di elaborare un “progetto pilota per l’internazionalizzazione”. Va detto che, oltre a Campisi, sono stati eletti pure i membri del consiglio regionale di Acli Terra, il quale risulta così costituito: Giuseppe Campisi (Catanzaro); Francesco Silvaggio (Vibo Valentia); Pierino Fallico, Carmelo Campolo, Santina Bruno (Cosenza); Giovanni Moscato, Claudio Romanò, Giuseppe Varsanti, Francesco Zavaglia, Enrico Caracciolo, Antonio Porcino (Reggio Calabria); Tommaso Pupa, Giuseppe Amato, Michele Rodi, Katiuscia Lupia, Maria Bresci (Crotone). All’interno del Consiglio è stata eletta anche la presidenza regionale, che è formata da Giuseppe Campisi (presidente); Tommaso Pupa (vice presidente vicario); Giovanni Moscato, Claudio Romanò, Pierino Fallico, Francesco Silvaggio (componenti di presidenza).

e-max.it: your social media marketing partner

I più letti

22 Settembre, 2016
36300 Redazione

Ritrovati i due cercatori di funghi dispersi in Sila

Corigliano. Sorpreso a fare sesso con il cane

16 Mag, 2014 8457 Redazione

Ecco i nomi di chi uccise Cocò Campolongo

12 Ott, 2015 6952 Vincenzo Alvaro

Andavano a prostitute. Sette uomini multati sulla 106

19 Apr, 2016 6714 Domenico Fortunato

Un castrovillarese nella nuova giunta di Oliverio

08 Lug, 2015 5661 Vincenzo Alvaro

ABMreport.it


Via G. Militerni, 33 - 87012 Castrovillari (CS).
Testata giornalistica on line iscritta nel registro della stampa n°2/2011 del Tribunale di Castrovillari.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni.